BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Controlli anti-virus, da Pianico a Costa Volpino per un caffé sul lago: altre 54 denunce

Non si fermano le verifiche dei carabinieri sul rispetto del decreto governativo

Più informazioni su

Non si fermano i controlli dei Carabinieri del comando provinciale di Bergamo, per verificare il rispetto del decreto governativo finalizzato a contenere la diffusione del nuovo Coronavirus.

Domenica, lungo le principali arterie stradali extraurbane ed all’interno dei centri abitati, sono stati controllati oltre 30 esercizi commerciali ed oltre 500 persone, le cui autodichiarazioni, successivamente sottoposte ad attenta verifica, hanno fatto scattare 54 denunce ai sensi dell’art 650 del codice penale, nei confronti di persone che hanno fornito delle informazioni non esatte o comunque non sufficienti a giustificare la propria mobilità e, talvolta, dando giustificazioni alquanto fantasiose.

I CONTROLLI

Come per esempio un 39enne operaio di Casirate d’Adda, che alle 23.30, fermato da una pattuglia ha candidamente riferito di trovarsi lì per andare dalla fidanzata. O tre ragazzi di Pianico, fermati alle 14.30 in auto a Costa Volpino mentre giravano alla ricerca di un bar fronte-lago per prendere un caffè godendo del panorama. Ma anche un uomo di 47 anni di Zogno, che nel pomeriggio è stato fermato alla guida della propria autovettura a Villa d’Almè ed ai Carabinieri ha riferito che andava a comprare delle sigarette: nel Comune di Zogno sono presenti distributori automatici di tabacchi funzionanti e riforniti.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo, oltre a far rispettare le leggi volte alla salvaguardia della salute di ogni cittadino, forniscono supporto a strutture come le farmacie: per esempio hanno provveduto a far giungere presso le abitazioni di alcuni cittadini che ne necessitavano, bombole di ossigeno ad uso sanitario, che per oggettive difficoltà non sarebbero potute essere consegnate in tempi rapidi, consentendo così di fornire un sollievo ed un aiuto concreto al benessere di quelle persone che, oggi più che in altri periodi, sono da tutelare e difendere, gli anziani e tutti coloro non sono autosufficienti.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.