Quantcast
A quanti combattono contro il Coronavirus l'inno d'Italia dell'orchestra "La nota in più" - BergamoNews
La dedica

A quanti combattono contro il Coronavirus l’inno d’Italia dell’orchestra “La nota in più”

L'esecuzione del loro "Inno d'Italia" è splendida e la vogliono dedicare "A tutti coloro che stanno lavorando per combattere il virus, che stanno lottando per guarire e che stanno resistendo in questo momento difficile".

La loro è un’orchestra speciale e magistrale, proprio per questo si chiama “La Nota in più”.

L’esecuzione del loro “Inno d’Italia” è splendida e la vogliono dedicare “A tutti coloro che stanno lavorando per combattere il virus, che stanno lottando per guarire e che stanno resistendo in questo momento difficile. Grazie!” scrive la direttrice Silvia Gazzola.

L’orchestra “La nota in più” nasce nel 2004 dalla volontà dell’Associazione Spazio Autismo di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale. Il progetto è stato possibile grazie alla disponibilità del Comune di Bergamo che ha offerto uno stabile nel quartiere di San Colombano ed ha fornito tutti gli strumenti.

Questo progetto è rivolto alla formazione musicale dei ragazzi e dei giovani con autismo e con disabilità cognitiva:una grande scommessa e un’occasione unica per rendere i ragazzi disabili partecipi di quella grande esperienza che è la musica.

Trovate tutto qui. 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
computer in carcere di bergamo
Emergenza coronavirus
Gori dai carcerati, presto a disposizione 8 computer per i “colloqui telematici”
carabinieri mascherine ospedali coronavirus nostra
Venerdì sera
Emergenza Coronavirus: scarseggiano spedizionieri, così i carabinieri riforniscono gli ospedali
Didattica a distanza
La denuncia
“La scuola di fronte all’emergenza Coronavirus: carente e inadeguata”
metalmeccanici artigiani
Gli aiuti
Coronavirus, a Bergamo già 630 lavoratori sostenuti con la Bilateralità Artigiana
Monsignor Francesco Beschi, vescovo di Bergamo
A bergamo
Il vescovo Beschi: “Venti sacerdoti ricoverati e questa settimana 6 sono morti”
chievo fortitudo coronavirus
Solidarietà
Coronavirus, le ragazze del Chievo Fortitudo donano i soldi delle multe all’ospedale di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI