Coronavirus: due bergamaschi gravi trasferiti all'ospedale di Palermo - BergamoNews
Emergenza

Coronavirus: due bergamaschi gravi trasferiti all’ospedale di Palermo

Per mancanza di posti in Lombardia

Due persone, di 61 e 62 anni di Bergamo, in gravi condizioni respiratorie, per mancanza di posti negli ospedali della Lombardia, sono stati stati trasferiti la notte scorsa in Sicilia con un aereo militare. Sono ricoverati nel reparto di rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo con la prognosi riservata.

Sono stati trasferiti con un aereo in Sicilia: “I posti letto negli ospedali lombardi, ormai al collasso, sono finiti. E così la Regione siciliana, dove al momento ci sono solo 10 pazienti intubati per le complicanze da coronavirus, si è detta disponibile. Quella che fino a ieri era la meta prediletta dei viaggi dei siciliani per le cure, oggi diventa terra di emigrazione sanitaria – dichiara l’assessore alla Salute Ruggero Razza – L’Italia è una e non dobbiamo mai dimenticarlo”.

Più informazioni
leggi anche
  • Gli aggiornamenti
    Coronavirus, a Bergamo 2.864 casi: la Lombardia vicina ai mille decessi
  • A verdello
    Non solo bimbi: un arcobaleno di speranza dagli ospiti della residenza per anziani
  • L'allarme
    Coronavirus, finti tecnici che igienizzano la casa: truffe agli anziani nella Bassa
  • Solidarietà
    Da Bergamo tablet e pc per i bimbi di Palermo, Gori: “Siamo in debito con voi”
  • Il sindaco orlando
    “Palermo sostiene con gioia la candidatura di Bergamo capitale della cultura”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it