BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nidi e trasporto scolastico: con gli asili chiusi a Treviglio si rimborsano i genitori

Sospesi anche l'aumento del Tosap e i canoni per gli impianti sportivi. Il sindaco Imeri: "Sostegni concreti per i nostri cittadini"

Prime misure di sostegno concreto per i trevigliesi – famiglie, commercianti e sportivi -, che a marzo potranno avvalersi di alcuni sgravi pensati dal Comune per fronteggiare questo momento di emergenza sanitaria.

Sono infatti in arrivo le prime azioni dell’amministrazione:

– sospensione aumento Tosap previsto per l’anno 2020;
– esenzione/rimborso retta asilo nido comunale per tutto il periodo di chiusura;
– esenzione/rimborso retta trasporto scolastico per tutto il periodo di chiusura;
– azzeramento canoni impianti sportivi mese di marzo.

Le misure di sostegno finiranno in una delibera che verrà approvata venerdì mattina.

“In queste giornate frenetiche e intense siamo impegnati su più fronti – spiega il sindaco Juri Imeri -. Dobbiamo tutelare la sicurezza dei nostri lavoratori (che ringrazio per il grande senso di responsabilità con cui stanno affrontando questo lungo periodo), dobbiamo garantire l’accesso ai servizi di pubblica utilità, dobbiamo fornire informazioni, dobbiamo erogare servizi alle persone più fragili o in difficoltà, dobbiamo controllare chi non ha ancora ben capito che bisogna stare in casa e dobbiamo gestire le tante situazioni di emergenza che si verificano sul territorio”.

“In questa fase – continua il primo cittadino – possiamo agire solo sulle questioni di esclusiva competenza comunale e immediatamente attuabili, ma ci impegniamo fin da ora ad adottare ulteriori e successivi provvedimenti a sostegno del commercio, dell’imprenditoria e delle famiglie trevigliesi alla luce delle decisioni che prenderanno gli enti sovracomunali. Perché è chiaro che l’impegno dell’Amministrazione sarà anche quello di continuare a sollecitare Anci, Regione e Governo affinché arrivino quanto prima misure concrete di sostegno per gli enti locali, gli imprenditori, gli artigiani, i commercianti, le partite Iva, le famiglie e tutti coloro che da questa emergenza escono e usciranno con le ossa rotte”.

Il sindaco di Treviglio Juri Imeri
juri imeri

“Una volta chiare le misure del Governo e della Regione – spiega ancora Imeri -, apriremo poi una seconda fase per definire un ulteriore piano di interventi che ci auguriamo possa essere orientato al rilancio della città e non più all’emergenza. Tanto o poco che sia, diamo una prima risposta, nei tempi e modi concessi dalla norma”.

Ma nel frattempo non bisogna perdere di vista l’obiettivo principale: fermare il virus.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.