• Abbonati
Faq

Domande e risposte: cosa posso e cosa non

Ecco un elenco di domande e risposte adattato alle esigenze dei cittadini bergamaschi, nella speranza che possa aiutare a capire meglio le prescrizioni introdotte dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri dell'8 e dell'11 marzo 2020

Ecco un elenco di domande e risposte adattato alle esigenze dei cittadini bergamaschi, nella speranza che possa aiutare a capire meglio le prescrizioni introdotte dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri dell’8 e dell’11 marzo 2020

Bar, pizzerie e ristoranti possono rimanere aperti?

No, le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono sospese.
È consentita la ristorazione con servizio a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

Le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie possono rimanere aperte?

Sì.

Dentisti e odontoiatri possono rimanere aperti?

Sì.

Estetiste, barbieri e parrucchieri possono rimanere aperti?

No.

Banche e agenzie assicurative possono restare aperte?

Sì, ma devono rispettare le norme igienico-sanitarie.

Il mercato settimanale si svolgerà regolarmente?

No, il mercato settimanale è sospeso sino al termine dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (ordinanza del Sindaco n. 30 del 12/03/2020)

Palestre, piscine e spa sono aperte al pubblico?

No, sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere.
Gli impianti sono utilizzabili a porte chiuse, oppure all’aperto senza la presenza di pubblico, soltanto per le sedute di allenamento di atleti riconosciuti di interesse nazionale dal CONI e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai Giochi Olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali.

Gli uffici comunali sono aperti al pubblico?

L’accesso del pubblico agli Uffici comunali avverrà esclusivamente tramite appuntamento telefonico.

Le scuole di ogni ordine e grado e il nido sono aperti?

No, rimane tutto sospeso fino a nuovo decreto che preveda riapertura.

Messe, matrimoni e funerali si svolgono regolarmente?

No, sono sospese le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri.

I luoghi di culto sono aperti al pubblico?

Sì, ma si può entrare pochi alla volta solo per finalità religiose, rispettando la distanza di sicurezza di almeno 1 metro.

I musei sono aperti?

No.

Gli spettacoli e le manifestazioni in calendario sono sospese?

Sì, tutte le manifestazioni, gli eventi in luogo pubblico e privato compresi quelli di carattere culturale, sportivo, religioso,ecc. sono sospese.

Chi ha febbre (oltre 37,5), mal di testa e fa fatica a respirare può uscire di casa per recarsi al Pronto Soccorso?

No! Deve telefonare al suo medico di famiglia, rimanere al proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali.

Se sono in quarantena ma mi sento bene e non ho febbre né altri sintomi, posso uscire di casa?

No! Chi è in quarantena deve ASSOLUTAMENTE RIMANERE A CASA IN ISOLAMENTO!!

Posso spostarmi fuori dalla Lombardia?

No, solo in caso di estrema necessità di carattere lavorativo o sanitario.

Posso andare in un altro paese?

ATTENZIONE!! Gli spostamenti al di fuori del territorio sono da evitare, salvo che siano necessari e motivati da COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE o SITUAZIONI DI NECESSITA’ o DI SALUTE. I datori di lavoro sono invitati a mettere in ferie le persone e a limitare l’attività a ciò che non è rimandabile. Sui luoghi di lavoro vanno prese tutte le precauzioni per evitare la diffusione del contagio.

Per spostarmi da una zona all’altra del paese o della città serve un’autocertificazione?

No, ma sarebbe opportuno uscire di casa solo per l’acquisto di generi di prima necessità quali alimentari, farmaci ecc..

Mi sono allontanato dalla Lombardia, posso rientrare dove risiedo?

Sì, è consentito il rientro presso il proprio domicilio.

Posso andare a mangiare dai parenti?

Se sono anziani, evita. Non è uno spostamento necessario. La logica è di STARE IL PIÙ POSSIBILE NELLA PROPRIA CASA per evitare che il possibile contagio si DIFFONDA.

Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?

Sì. Questa è una condizione di necessità. Ricordate però che sono le persone più a rischio, quindi cercate di proteggerle il più possibile.

Posso uscire a fare una passeggiata con i bambini?

Sì, preferibilmente in posti dove non c’è assembramento e mantenendo sempre le distanze. Non è vietato uscire, ma è da evitare il radunarsi in gruppetti tutti insieme.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
l'aquila per bergamo
Solidarietà
“Mai mular, siamo con voi”: dal Rugby dell’Aquila aiuti all’ospedale di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI