BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alimenti, pasti e medicine a domicilio: l’emergenza si combatte facendo comunità

Nei Comuni ci si organizza per limitare al massimo l'uscita di casa, soprattutto delle persone anziane: alcuni esempi virtuosi, possibili grazie alla disponibilità di commercianti e volontari.

Consegna a domicilio di generi alimentari, beni di prima necessità, pasti e medicine: a Treviolo, grazie alla grande disponibilità dei commercianti, l’emergenza Coronavirus la si combatte facendo comunità.

Un’iniziativa importante, alla quale hanno aderito molte attività del paese per dare una mano soprattutto ai soggetti più a rischio.

“Sabato abbiamo fatto una riunione di Giunta, per discutere dell’ordinanza che si stava sviluppando – spiega il sindaco Pasquale GandolfiIn quella sede abbiamo deciso di contattare le attività alimentari del nostro territorio chiedendo la disponibilità a fare servizi a domicilio. Praticamente tutti, ad eccezione di chi per questioni di carenza di personale non poteva sostenere un simile impegno, hanno accettato. Nel frattempo anche diversi cittadini si sono proposti, su base volontaria, di dare una mano e che saranno tenuti in considerazione qualora dovessimo avere ulteriore necessità. Questa è la dimostrazione del valore di una vera comunità: il nostro obiettivo è quello di far restare a casa le persone, non solo dicendolo ma anche proponendo soluzioni concrete affinchè lo possano fare”.

Così i nominativi e i contatti dei commercianti sono finiti in un documento ufficiale a disposizione della cittadinanza, insieme a un numero fisso dedicato agli anziani che non possono ricevere assistenza o sostegno in tutte quelle questioni che non siano di carattere sanitario.

cibo e pasti a domicilio

Infine una tirata d’orecchie: “Evitiamo se possibile di uscire dalle nostre abitazioni. Ho visto ancora troppa gente in giro, cosa non è chiaro?”.

Per servizi come quello offerto a Treviolo sono diverse le amministrazioni che si stanno o si sono già organizzate.

Un altro esempio arriva da Osio Sotto, dove da mercoledì 11 marzo arriveranno spesa e farmaci a domicilio per gli over 65, dalle 9 alle 12 di lunedì, mercoledì, venerdì e sabato.

Basterà contattare lo 035806835, elencare tutto ciò di cui si ha bisogno (prodotti alimentari, farmaci senza prescrizione, quotidiani) e aspettare un volontario (il nominativo sarà fornito al telefono e sarà dotato di mascherina) che porterà tutto a casa: un servizio gratuito, per spese minime di 5 euro, realizzato grazie alla grandissima collaborazione di commercianti e giovani volenterosi.

Già attivo, invece, a Ponte Nossa dove gli anziani senza una rete familiare, amici o conoscenti sui cui poter fare affidamento, possono attivare l’assistenza domiciliare e il servizio pasti a domicilio contattando il 3396986363 da lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Qui tutta la popolazione, indipendentemente dall’età, che volesse usufruire del servizio di beni di prima necessità e farmaci a domicilio, da sabato 7 marzo può ordinare la spesa telefonicamente (lunedì-sabato 9-12) contattando le attività della zona.

cibo e pasti a domicilio

Già lunedì, invece, vi avevamo raccontato di ciò che succede a Treviglio: leggi qui.

Nella giornata di martedì anche altri Comuni hanno informato i propri cittadini di iniziative simili.

A Dalmine è possibile contattare lo 0356224877 per informazioni su eventuali supporti al domicilio (spesa, farmaci), il lunedì e il venerdì dalle 8.30 alle 13.30, il martedì dalle 8.30 alle 12.30 e il giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.15.

Lo stesso ha fatto Scanzorosciate, con consegne a domicilio sul territorio comunale per le persone anziane, per le quali è attivo anche un custode sociale.

Anche il sindaco di Telgate Fabrizio Sala ha aggiornato i propri cittadini:

A Seriate e in tutti i comuni dell’Ambito (Seriate, Albano S. Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de’ Roveri) per la consegna a domicilio della spesa, di farmaci o assistenza domiciliare si può contattare la Bottega della domiciliarità telefonando allo 035/0600195 o al 389/6810823.

Servizio valido anche per l’ambito di Grumello del Monte

Anche a Cazzano Sant’Andrea alcuni commercianti hanno aderito alla consegna a domicilio

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.