Le disposizioni

Messe, funerali, matrimoni: cosa cambia per le funzioni religiose col nuovo decreto

I chiarimenti della Diocesi di Bergamo in merito alle funzioni, dalle esequie ai sacramenti.

La Diocesi di Bergamo, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio di domenica 8 marzo e facendo seguito al Comunicato dei Vescovi Lombardi del 6 marzo, ha diffuso tutti i dettagli relativi alle funzioni religiose.

Il decreto, nel merito, recita: “L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro di cui allegato 1 lettera d); sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri”.

In aggiunta la Diocesi di Bergamo ha spiegato le norme di comportamento.

Circa le esequie

– Le veglie funebri con convocazione pubblica presso la casa dei defunti, nelle case del commiato e presso gli obitori sono sospese;
– Il ministro ordinato può recarsi in forma privata presso il defunto per una preghiera;
– Al cimitero si celebri il rito della sepoltura come previsto dal Rituale per le Esequie senza la celebrazione della Messa;
– Anche durante le esequie al cimitero si raccomandi agli eventuali presenti il rispetto delle distanze imposte dalla normativa;
– Dove già è prassi che la parrocchia conceda spazi ad uso di camera ardente, lo si faccia solo a condizione che la bara sia chiusa, nel pieno rispetto delle indicazioni generali e specifiche dell’autorità comunale, sanitaria, regionale;
– I cortei funebri a piedi, sia dalla casa sia verso il cimitero, sono sospesi;
– La Messa esequiale sarà concordata con la famiglia a tempo opportuno al termine dell’emergenza;
– Il parroco avvisi per tempo la famiglia delle disposizioni attuali;

Circa altri sacramenti: è sospesa la celebrazione dei Battesimi, Cresime degli adulti e Matrimoni.

Le presenti disposizioni – insieme alle precedenti indicazioni date dalla diocesi che permangono in ogni punto tranne che per quelli qui modificati – sono valide fino a nuovo provvedimento.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI