Quantcast
Domenica Zanetti-Caserta può saltare: le campane si rifiutano di venire al Nord - BergamoNews
Volley a1

Domenica Zanetti-Caserta può saltare: le campane si rifiutano di venire al Nord

Le giocatrici della Volalto 2.0 hanno chiesto di rinunciare ai match con Novara e Bergamo: la palla passa alla Lega

Giocare al Nord con l’emergenza Coronavirus? No, grazie. Le atlete della Volalto 2.0 Caserta hanno chiesto alla società di rinunciare alle due trasferte in programma venerdì 6 e domenica 8 marzo che le avrebbero portate a disputare i match contro la Igor Gorgonzola Novara e la Zanetti Bergamo.

Il club, da quanto si apprende, sembra orientato a non presentarsi, come da programma, al fischio d’inizio delle due partite.

“La comunicazione della Lega Pallavolo Serie A Femminile rende noto che la Volalto 2.0 Caserta ha annunciato formalmente la rinuncia a disputare, su richiesta delle atlete, le gare esterne di campionato contro Igor Gorgonzola Novara e Zanetti Bergamo, in programma rispettivamente venerdì 6 e domenica 8 marzo, chiedendone la disputa in altra data” ha reso noto il club bergamasco nella mattinata di venerdì 6 marzo.

Ora la palla passa alla Lega Pallavolo Serie A Femminile, che si riunirà al più presto per prendere una decisione.

La partita del Pala Agnelli, in programma per domenica, si sarebbe disputata a porte chiuse, senza tifosi. Per questo le giocatrici casertane non avrebbero rischiato nessun contagio.

Ma, a quanto pare, le restrizioni decise e le rassicurazioni non sono bastate.

Cosa potrebbe succedere? Gli scenari possibili, ad ora, sono due: Caserta potrebbe perdere entrambi i match a tavolino, 3-0, oppure le due partite potrebbero essere rinviate ad altra data (un’opzione, questa, più difficile).

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it