Quantcast
Muore Ivo Cilesi, medico della doll therapy per malati di Alzheimer, positivo al Covid-19 - BergamoNews
Di cene

Muore Ivo Cilesi, medico della doll therapy per malati di Alzheimer, positivo al Covid-19

Univa competenza a umanità: lavorava nei centri bergamaschi, in città, a Gazzaniga e San Paolo d'Argon

“Alzheimer Uniti Italia ha appreso con dolore la drammatica scomparsa del dott. Ivo Cilesi di cui ricordiamo le grandi doti umane e professionali. Avremo sempre il suo esempio come guida, esprimiamo inoltre gratitudine per la vicinanza e sensibilità sempre dimostrate verso la nostra associazione e tutte le persone fragili”. È solo uno dei tanti messaggi di cordoglio per la scomparsa di una persona speciale, di un medico che univa competenza a grande umanità. Ivo Cilesi è morto nella notte tra domenica e lunedì all’ospedale di Parma, dopo un primo ricovero, venerdì scorso, in quello di Fidenza: positivo al coronavirus, a soli 61 anni. Si stanno effettuando accertamenti su eventuali patologie pregresse.

Il dottor Cilesi, originario di Genova, viveva a Cene da molti anni è conosciuto perché “padre” della Terapia della Bambola (Doll Terhapy) che aiuta ad attenuare alcuni dei più frequenti disturbi comportamentali dei malati di Alzheimer, come il wandering (il vagare senza meta), l’aggressività, l’agitazione, la depressione, l’apatia o i disturbi del sonno che aveva portato al centro Alzheimer di Gazzaniga dove era consulente, mentre alla Fondazione Santa Maria Ausiliatrice di Bergamo era responsabile del Servizio terapie non farmaco logiche e riabilitazione cognitiva dell’Area Alzheimer.

Paola Brignoli, vicepresidente dell’Innvative Elder Research di San Paolo d’Argon, di cui Cilesi era presidente, lo saluta così: “Caro Ivo, ci lasci tutti frastornati e addolorati! Sei un grande e io ho avuto una grande fortuna quella di averti nel cammino della mia vita! Una guida competente, silenziosa, garbata, umile ….un grande amico! Farò tesoro dei tuoi insegnamenti! Tanti progetti insieme e tranquillo… sento la tua voce che mi dice ‘vai avanti’… non mi fermerò! Continuerò il tuo lavoro… te lo devo! Vola in alto amico mio e stammi a fianco!”

Anche Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd, esprime il proprio cordoglio “per la repentina scomparsa di Ivo Cilesi. Una grave perdita per tutti, ma in particolare per il nostro territorio che sa esprimere eccellenze a livello internazionale, ma che operano senza grandi clamori, come faceva Cilesi. Ancora più male fa sapere che lo ha colpito in modo così aggressivo il coronavirus che stiamo cercando di combattere con ogni mezzo – aggiunge Scandella –. Alla sua compagna, ai suoi familiari va il mio pensiero, con la consapevolezza che di lui rimarranno la grande attenzione per il prossimo e la passione instancabile per il suo lavoro”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
caprotti zavaritt
A gorle
Doll therapy, viaggi in treno e sensory room: innovativi trattamenti per l’Alzheimer
Si allarga l'inchiesta sull'ospedale Bologni di Seriate
Il punto
Coronavirus, crescono i contagi ma anche i guariti, primi casi sul Sebino
anziana anziano
La lettera
“Papà in terapia intensiva con Coronavirus, mamma 80enne a casa influenzata: né cure né tampone”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI