BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mondiali: titolo e record iridato nell’inseguimento per Filippo Ganna, top ten per Davide Plebani

L'ex alfiere del Team Colpack ha superato in finale lo statunitense Ashton Lambie conquistando il quarto oro in carriera

Rimarrà impressa a lungo nella memoria degli appassionati di ciclismo l’impresa compiuta da Filippo Ganna lungo la pista di Berlino.

L’ex alfiere del Team Colpack ha stupito ancora una volta tecnici e tifosi conquistando il quarto titolo iridato nell’inseguimento dopo aver fissato il nuovo record del mondo.

Chiamato ad eguagliare Hugh Porter nella classifica dei plurivincitori iridati, il giovane azzurro ha distrutto la concorrenza dello statunitense Ashton Lambie fermando il cronometro in 4’03”875 nonostante un rallentamento negli ultimi metri.

Favorito della vigilia, il 23enne verbanese ha superato al meglio la tensione della vigilia impressionando durante il primo turno quando, nonostante una partenza più tranquilla, ha coperto i 4 chilometri in 4:01.934, limando il proprio primato di oltre sette decimi.

Non appagato del risultato ottenuto poche ore prima, il portacolori del Team Ineos ha messo in campo la medesima tattica anche in finale accelerando nella seconda parte di gara e riuscendo quasi a doppiare l’avversario.

A completare l’ottima prestazione dei ragazzi di Marco Villa ci hanno pensato Jonathan Milan e Davide Plebani che hanno concluso la competizione rispettivamente in quarta e decima posizione.

Dopo aver stupito nel corso dell’inseguimento a squadre, il 19enne friulano si è confermato anche nella prova individuale dovendosi però arrendere nella “finalina” al francese Corentin Ermenault.

Discorso diverso invece per il 23enne di Sarnico che, a causa di alcuni problemi fisici, non è riuscito a difendere il bronzo ottenuto lo scorso anno.

Nonostante sia cresciuto con il passare dei chilometri, l’atleta della Biesse Arvedi Premac si è dovuto accontentare della top ten conclusiva dopo aver tagliato il traguardo in 4’13”402.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.