BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, un’armeria nella frazione Geromina: scoppia la protesta dei genitori

Il nuovo punto vendita sorgerà nei locali che fino a giugno sono stati della Bcc, nella zona del parco pubblico e delle scuole

Un’armeria lì, a pochi metri dal parco comunale, dalla scuola materna e dalla primaria, proprio no, non ce la vogliono. È scoppiata la protesta dei genitori della frazione Geromina, a Treviglio, contrari all’apertura dell’armeria prevista nelle prossime settimane.

Il nuovo punto vendita sorgerà nei locali che fino a giugno sono stati della Bcc.

Ad oggi le vetrate sono ancora coperte con della carta, per proteggere gli interni dagli occhi dei curiosi. Tanti abitanti della frazione, prima di scoprire cosa effettivamente si sarebbe venduto, nei giorni scorsi hanno cercato di avvicinarsi al locale per scoprire quale sarebbe stata la novità.

Quando è comparsa la scritta “Custom gans”, un anglicismo di incerta traduzione, non ci sono stati più dubbi. E in municipio hanno poi confermato la tipologia dell’attività, un’armeria, e la pratica intestata a “Custom guns”.

“Quando me lo hanno raccontato non ci credevo – ha spiegato la capogruppo del Pd in consiglio comunale, Laura Rossoni -. Per questo sono andata a verificare la notizia in comune. Ahimé è tutto vero. In una frazione che ha perso tutti i suoi esercizi l’unico negozio che apre è di armi e per di più davanti al parco pubblico e a ridosso delle scuole. Non dubito della regolarità burocratica della nuova attività, ma penso che quella collocazione sia inopportuna e diseducativa per i bambini che ogni giorno si troveranno a transitare o a giocare lì davanti”.

In tutta risposta il Comune ha fatto sapere che “il progetto dell’armeria è sottoposto a parere dei vigili del fuoco e autorizzazione della questura. Noi – ha spiegato il sindaco Juri Imeri – ci siamo confrontati con gli uffici competenti e, in accordo con la dirigente, possiamo solo segnalare il particolare contesto nel quale l’attività si va a inserire”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.