Scontri di Firenze: un anno dopo è mistero su cosa sia successo tra tifosi e polizia - BergamoNews
Triste anniversario

Scontri di Firenze: un anno dopo è mistero su cosa sia successo tra tifosi e polizia

Il 27 febbraio 2019, dopo Fiorentina-Atalanta, gli scontri sul viadotto del Varlungo, in zona Firenze Sud. La curva bergamasca: "Non dimentichiamo"

Per ora ci sono le immagini degli scontri, le testimonianze di chi ha visto ed era su quei pullman, ventotto denunce e una lista lunga così di dichiarazioni dei politici. Ma cosa sia realmente successo quella notte del 27 febbraio 2019 tra i tifosi bergamaschi e gli agenti di polizia all’altezza del viadotto del Varlungo, in zona Firenze Sud, resta ancora un mistero.

I fatti sono accaduti intorno a mezzanotte, mentre la colonna di pullman e furgoni (ventitré in tutto) iniziava il suo viaggio di ritorno verso Bergamo, al termine di Fiorentina-Atalanta finita 3-3 (match d’andata delle semifinali di Coppa Italia).

leggi anche
  • La gazzetta dello sport
    Firenze, ecco la versione della Polizia: “Noi aggrediti per primi dagli ultrà”
    Polizia notte

Secondo le forze dell’ordine i tifosi nerazzurri hanno costretto l’autista di un mezzo a fermarsi per scendere in strada ed entrare in contatto con loro.

Secondo i sostenitori atalantini, invece, sono stati gli agenti di polizia a fermare il pullman per salire e dare il via alla violenza.

Quale sia la verità, per ora, resta un mistero vero e proprio, nonostante sia passato un anno esatto da quella notte.

Per ventotto tifosi bergamaschi è scattata la denuncia dalla digos della questura di Firenze il 25 novembre, otto mesi dopo gli scontri. Le accuse sono quelle di possesso di oggetti atti ad offendere e travisamento, mentre per due l’accusa è anche quella di istigazione a delinquere.

Il 31 gennaio scorso sono invece arrivati quattordici daspo (sette con obbligo di firma) non per gli scontri sul viadotto del Varlungo, ma per il raid compiuto da alcuni tifosi atalantini all’interno del Mandela Forum. “I facinorosi – ha spiegato la questura di Firenze – entrarono nel palasport di Campo di Marte, di fronte allo stadio Franchi, per scatenare una vera e propria caccia all’uomo nei confronti di alcuni tifosi viola”.

Oggi, giovedì 27 febbraio, la curva nord dell’Atalanta ha ricordato il triste anniversario.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it