BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, tolleranza zero per i cani senza guinzaglio: 8 multe nel weekend

L’Amministrazione comunale di Seriate ha alzato la guardia sulle violazioni delle disposizioni sancite dal Regolamento di Polizia Urbana, in materia di conduzione e custodia di cani e altri animali, con controlli a cura di poliziotti in borghese.

Più informazioni su

Tolleranza zero per cani senza guinzaglio. L’Amministrazione comunale di Seriate ha alzato la guardia sulle violazioni delle disposizioni sancite dal Regolamento di Polizia Urbana, in materia di conduzione e custodia di cani e altri animali, con controlli a cura di poliziotti in borghese. Sono già 8 le sanzioni erogate in un fine settimana ai proprietari che hanno lasciato circolare i cani senza guinzaglio e museruola, nel caso di cani di razza considerata pericolosa.

“Rigidi controlli per verificare il rispetto delle norme previste dal Regolamento della Polizia Urbana – ha dichiarato il sindaco Cristian Vezzoli -. Rispettiamo gli animali, ma non chi adotta comportamenti contrari alle disposizioni. I controlli vogliono tutelare l’incolumità pubblica dalla possibile aggressione di cani in luogo pubblico, perché bisogna avere riguardo anche delle persone che hanno paura degli animali. Pertanto, sono stati intensificati i controlli con poliziotti in borghese lungo la sponda destra e sinistra dell’Oasi verde e nei parchi cittadini, per evitare che i cani circolino senza guinzaglio o addirittura, nel caso di razze considerate pericolose, senza museruola, provocando rischi per l’incolumità delle persone e anche degli altri animali. Si ricorda inoltre l’obbligo di raccogliere gli escrementi e di adottare tutte le cautele affinché i nostri animali non procurino disturbo o danno agli altri”.

Continueranno per i prossimi mesi e fino alla fine dell’estate controlli specifici finalizzati a far rispettare le disposizioni riguardanti la corretta conduzioni degli animali in luoghi pubblici. L’obiettivo non è quello di sanzionare i trasgressori, ma quello di garantire a tutti i cittadini la frequenza dei parchi in serenità senza paura di incrociare cani liberi o, peggio ancora, di pestare il loro sporco, non raccolto dai proprietari. Si tratta di semplici regole di civile convivenza che vanno fatte rispettare.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.