BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La pallavolo si ferma fino all’1 marzo: Zanetti, niente sfide a Firenze e Cuneo

Saliranno dunque a 3 i match non disputati dalle rossoblù: quello della scorsa domenica a Busto e, appunto, i prossimi due turni.

Più informazioni su

La Federazione Italiana Pallavolo, congiuntamente alle due Leghe di Serie A Maschile e Femminile, rendono noto di aver deciso di sospendere l’intera attività pallavolistica nazionale a tutti i livelli fino al 1 marzo compreso.

Rinviata a data da destinarsi dunque la gara in programma mercoledì 26 febbraio alle 20.30 al Pala Agnelli di Bergamo tra Zanetti e Il Bisonte Firenze.

Il Volley Bergamo comunicherà nei prossimi giorni le modalità di rimborso dei biglietti già acquistati nella prevendita on line.

La Zanetti non sarà in campo nemmeno domenica 1 marzo a Cuneo per il ventiduesimo turno di Regular Season. Saliranno dunque a 3 i match non disputati dalle rossoblù: quello della scorsa domenica a Busto e, appunto, i prossimi due turni. Non appena verrà definita la ripresa dell’attività e ridisegnato il calendario gare, ne verrà data tempestiva comunicazione.

La decisione è stata assunta al termine di una riunione d’urgenza tenutasi domenica 23 febbraio a Bologna in conseguenza dei diversi provvedimenti che si stanno assumendo in ambito governativo-istituzionale quali le decisioni adottate dai Presidenti delle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna alle quali si è aggiunta la Regione Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento.

I tre organismi, la Federazione e le Leghe maschile e femminile, con la suddetta decisione, intendono porre la massima attenzione alla salvaguardia della salute comune e si impegnano a monitorare costantemente la situazione, riservandosi di prendere ulteriori decisioni e dandone tempestiva comunicazione.

Contemporaneamente la FIPAV invierà una lettera al Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, e al CONI per chiedere quali le possibili situazioni per garantire l’eventuale continuazione delle attività agonistiche ivi compreso lo svolgimento degli allenamenti.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.