BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coronavirus, 172 casi accertati in Lombardia: una decina solo a Bergamo

Delle persone contagiate il 10%, tutte sopra i 65 anni, sono in condizioni gravi

Sono una decina i casi di Coronavirus che sono stati accertati a Bergamo alle 18 di lunedì 24 febbraio, 172 quelli nell’intera Lombardia: di questi il 10%, tutti sopra i 65 anni, sono in condizioni gravi. Sono questi i dati resi pubblici durante la conferenza stampa tenuta dall’assessore al Welfare Giulio Gallera con il presidente Attilio Fontana.

“Il 70% dei contagiati sono uomini, sette sono invece i decessi collegati al virus: si tratta di persone anziane con un quadro clinico già piuttosto complicato – ha spiegato Gallera -. Il virus ha una forza contagiosa evidentemente più forte della normale influenza, ma la sua azione, per ora, è contenuta solo su anziani o persone con la salute già compromessa”.

“Chi vuole avere informazioni sul Coronavirus non deve telefonare al 112 ma al numero verde istituito dalla Regione Lombardia 800894545”: è stato invece l’appello fatto dal governatore Fontana. “Sono moderatamente fiducioso che le cose possono andare verso un miglioramento graduale – ha commentato -, credo che ci siano tutte le condizioni per poter rassicurare i cittadini”.

Gallera ha anche parlato delle truffe dei finti funzionari Ats che si sono presentati a casa di alcuni anziani nella mattina di lunedì: “Purtroppo sono entrati in azione anche questi sciacalli – ha spiegato -. Ai cittadini che hanno qualche dubbio possiamo solo dire che non è mai stato incaricato nessun operatore di prelevare tamponi nelle abitazioni”.

Le direttive restano le stesse comunicate domenica: “La filosofia dell’ordinanza resta quella di evitare assembramenti – ha continuato Gallera -. Per questo abbiamo sospeso sagre, eventi e fiere. Si faranno i consigli comunali, così come resteranno aperti bar e ristoranti. Nelle case di riposo le visite saranno consentite solo a un parente per volta.  Sono sospese, invece, le attività nelle palestre, nelle piscine, nei centri tremali – che resteranno chiusi -. Si potranno fare allenamenti all’aperto, ma sarà interdetto l’uso degli spogliatoi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.