Sfilate di carnevale sospese a Torre Boldone, Clusone, Zogno e... - BergamoNews
Coronavirus

Sfilate di carnevale sospese a Torre Boldone, Clusone, Zogno e…

Con una precisa raccomandazione: "recepire questa scelta nell’ottica di una condivisa precauzione e in una logica di autotutela, senza creare allarmismi", come scrive il sindaco di Torre Boldone, Luca Macario.

Prima Torre Boldone, Clusone e Zogno, Cisano Bergamasco, Treviglio, Calvenzano, Fornovo, Misano, Gorle, Calusco, Pontirolo Nuovo, Albino, Selvino, Pradalunga, Nembro, Alzano lombardo, Ranica, ma altri Comuni stanno prendendo la stessa decisione: sospendere le sfilate di carnevale in programma tra domenica 23 e martedì 25 febbraio.

Sfilata di carnevale confermata invece a Castione della Presolana e Pedrengo. 

Laddove si sospende, lo si fa con una precisa raccomandazione: “recepire questa scelta nell’ottica di una condivisa precauzione e in una logica di autotutela, senza creare allarmismi”, come scrive il sindaco di Torre Boldone, Luca Macario.

“Si comunica che in accordo con i comuni della media valle Seriana le sfilate di Carnevale previste tra oggi e martedì sono sospese – scrive il sindaco di Torre Boldone. A fronte del decreto governativo e dell’interruzione di tutte le attività sportive in Regione Lombardia, ci si attiene al buon senso cercando di evitare aggregazioni numerose di persone. Vi chiedo di recepire questa scelta nell’ottica di una condivisa precauzione e in una logica di autotutela, senza creare allarmismi, nella consapevolezza di un’emergenza sanitaria che ad oggi non riguarda direttamente i nostri territori. Grazie a tutti per l’attenzione e la collaborazione”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it