BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, si discute e s’approfondisce il programma della neo presidente UE

La prima di una serie di iniziative del Coordinamento "Per un'Europa Federale Democratica Solidale"

Il Coordinamento “Per un’Europa Federale Democratica Solidale” nasce a Bergamo alla fine del 2018 con l’impegno da parte delle associazioni aderenti di promuovere iniziative per far conoscere quanto l’Europa ha già fatto per i cittadini europei e quanto invece dovrebbe fare per meglio rispondere ai loro bisogni.

È fuori dubbio che, in Italia in particolare, si è rotto un rapporto positivo fra Unione Europea e cittadine/i. È necessario ricostruirlo, ricordando le cose positive che sono state fatte (mercato unico, moneta unica, libera circolazione, Erasmus, ecc.), ma anche riconoscendo i limiti e cercando di superarli, in particolare, ma non solo, è necessario una miglior capacità europea nell’affrontare crisi economiche con politiche di investimenti, da un lato, e intervenendo contro l’emarginazione sociale, dall’altro.

Inoltre ci sono politiche che necessariamente non possono che essere europee: politica estera, difesa e sicurezza, immigrazione, ambiente.

Si verificano però resistenze da parte degli Stati nazionali europei a trasferire a livello sovranazionale alcuni dei poteri che detengono, pur essendo totalmente inadeguati nella loro gestione, dovendosi confrontare con Paesi come gli USA, la Cina, l’India, la Russia.

Gli Stati nazionali europei vogliono mantenere in realtà il diritto di veto in tante delle materie sopra elencate. impedendo così all’Unione Europea di assumere decisioni.

Serve perciò un movimento dal basso, formato da cittadine/i, associazioni, operatori dell’informazione che premano sui loro Governi perchè non oppongano resistenza alla costruzione di un’Europa più unita, capace di contare nel mondo, per affermare i suoi valori fondanti della pace, libertà, diritti umani, stato sociale.

Un piccolo contributo il nostro Coordinamento lo vuole dare con una serie di iniziative. La prossima si terrà martedì, 25 febbraio, alle 18, al Centro La Porta a Bergamo con Anna Costa, segretaria regionale del Movimento Federalista Europeo. In questo incontro si cercherà di analizzare il nuovo programma presentato dalla nuova Presidente della Commissione Europea, Ursula von Der Leyen, e quali contenuti avrà la Conferenza sul futuro dell’Europa che vedrà l’inizio ufficiale il 9 maggio prossimo, giornata dell’Europa.

Per meglio comprendere lo spirito con cui Ursula von der Leyen si appresta a presiedere la Commissione Europea, consiglio di leggere il discorso che ha tenuto il 17-07-2019 al Parlamento europeo in occasione dell’insediamento dello stesso.

Un discorso che riassume sinteticamente i contenuti del programma, ma allo stesso tempo delinea lo spirito ed il carattere della Presidente. In quell’intervento emerge la Sua figura femminile, determinata, mamma di sette figli, una famiglia che si allarga e accoglie un profugo siriano, la citazione del papà, europeista convinto. Una formazione professionale e politica all’insegna di quel riscatto morale e civico che il popolo tedesco ha saputo esprimere nella formazione dell’Europa, dopo averne provocato la quasi totale distruzione.

In definitiva sembra di cogliere un cambio di passo della Presidente rispetto alla gestione “notarile” del predecessore Junker.

Un’unione più ambiziosa

E’ il filo conduttore della linea politica del programma che Ursula von der Leyen ha presentato al parlamento europeo per i prossimi 5 anni. Ella auspica che rinasca forte lo spirito di una Europa politica più unita e solidale su tutti i temi in agenda nel futuro europeo. Questo spirito trova origine e propulsione dall’elevata partecipazione popolare registrata alle recenti elezioni europee. Una Europa che sappia parlare ai giovani, tragga nutrimento dalle solide tradizioni culturali e sappia aprirsi alle nuove tecnologie e sfide che il futuro ci propone.

Il programma è articolato su 6 punti.

1. Un Green Deal europeo

2. Un’economia che lavora per le persone

3. Un Europa pronta per l’era digitale

4. Proteggere il nostro stile di vita europeo

5. Un Europa più forte nel mondo

6. Un nuovo slancio per la democrazia europea

Ecco il link per accedere alla relazione del 17/7/2019 e al programma per l’Europa5: https://ec.europa.eu/italy/news/ursula-von-der-leyen-discorso-di-apertura-della-seduta-plenaria-del-parlamento-europeo_it

*Segretario del Movimento Federalista Europeo Bergamo

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.