C'è un'offerta per il Pertus: "Dopo l'estate via all'ampliamento" - BergamoNews
Il ristoro di montagna

C’è un’offerta per il Pertus: “Dopo l’estate via all’ampliamento”

Al Comune di Costa Imagna un bando regionale da 90 mila euro

Un’offerta per il Pertus è arrivata. “Ed è già un ottimo risultato – commenta il sindaco di Costa Valle Imagna, Umberto Mazzoleni – perché significa che riusciremo ad affidarne la gestione almeno per i prossimi due anni”. Venerdì mattina, infatti, scadevano i termini del bando per l’impianto sportivo del celebre laghetto a cavallo tra le valli Imagna e San Martino (il pacchetto comprende il punto ristoro e la pista per lo sci di fondo).

leggi anche
  • Montagna
    Nuovo bando per il Pertus in cerca di gestore: altre due settimane per le offerte

Una notizia positiva per gli affezionati frequentatori della zona, che lo scorso 24 dicembre avevano accolto con un pizzico di amarezza l’addio dei precedenti gestori, i coniugi Cristina Locatelli e Paolo Nervi, dopo cinque anni davvero intensi. Motivo che ha spinto l’amministrazione ad indire un nuovo bando di gara. “A breve verificheremo l’ammissibilità dell’offerta – spiega Mazzoleni -. In caso di esito positivo, in settimana procederemo all’aggiudicazione”.

Non è pero l’unica novità, perché il Comune fa sapere di essersi ufficialmente aggiudicato il bando regionale per le che permetterà di finanziare l’ampliamento della struttura del ristoro. Circa 90 mila euro: “Il progetto prevede una nuova sala polifunzionale, didattica e un auditorium di supporto al ristoro”. Ma è chiaro che a quel punto la struttura avrà un altro valore e servirà un nuovo bando. “I lavori – fa sapere il sindaco – partiranno dopo l’estate” in modo da lasciare ai nuovi gestori il tempo di ambientarsi e vivere con serenità la stagione.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it