BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cronaca nera e salute, doverosa la delicatezza: la lezione di Carmen Tancredi

Prendendo a esempio i casi di meningite nella Bergamasca e la diffusione globale del coronavirus la cronista dell'Eco di Bergamo sottolinea come il giornalismo di informazione scientifica debba non solo tassativamente basarsi su informazioni e fonti autorevoli, ma anche garantire il rispetto delle persone coinvolte

Più informazioni su

Carmen Tancredi, cronista dell’Eco di Bergamo, ha raccontato la sua esperienza professionale agli aspiranti giornalisti durante la lezione della Bergamonews Academy di giovedì 13 febbraio.

È  curioso come la nostra docente, che si occupa da tempo di cronaca nera e sanità, abbia in realtà iniziato la sua lunga carriera giornalistica scrivendo di teatro. Entrata infatti a far parte della redazione di Bergamo Oggi negli anni Ottanta, ricorda ancora con piacere i concerti a cui ha assistito e di cui ha poi scritto. Leggendo i suoi pezzi il capo della redazione di cronaca ebbe però un’intuizione che si rivelò corretta: aveva uno stile di scrittura da cronaca e le venne quindi affidato un primo articolo di nera. “Ho conquistato la prima pagina del giornale”, racconta ai ragazzi dell’Academy, “e da allora mi hanno messa a scrivere di cronaca nera”.

“Trovo che la cronaca sia la migliore palestra per qualunque giornalista” prosegue Tancredi, raccomandando agli aspiranti redattori questo tipo di allenamento che permette di imparare a
fronteggiare gli imprevisti, raccogliere notizie e cimentarsi costantemente con le verifiche delle fonti.

Inoltre, la cronaca impone anche velocità e molta precisione nella stesura di un articolo, in maniera affine all’argomento sanità, che richiede fonti autoritarie. Carmen Tancredi si definisce amante del giornalismo “all’anglosassone”, che resta nelle linee di confine dettate dai fatti e non lascia spazio alle opinioni di chi scrive.

La lezione prosegue in modo interattivo e partecipato: si fanno esempi sulla produzione di un articolo di cronaca nera, a partire dai sopralluoghi fino all’interrogazione delle autorità e delle persone vicine ai soggetti coinvolti. Si discute parecchio di fake news, fenomeno molto attuale sui social network e molto pericoloso quando si parla di argomenti legati alla sanità, come vediamo soprattutto a fronte dei fatti più recenti a livello provinciale e mondiale.

È infatti prendendo ad esempio i casi di meningite nella Bergamasca e la diffusione globale del coronavirus che la docente sottolinea come il giornalismo di informazione scientifica debba non
solo tassativamente basarsi su informazioni e fonti autorevoli, ma anche garantire il rispetto delle persone coinvolte. Per scrivere di sanità, infatti, è necessaria la massima precisione ma anche un occhio di riguardo verso i malati e i loro familiari, la cui privacy e volontà o meno di pubblicazione devono essere tutelate.

A lei, spiega, è capitato di non pubblicare una storia perché le persone coinvolte non lo volevano, e si è anche trovata nella situazione di non volerne scrivere lei stessa perché emotivamente
partecipe. Questa delicatezza è necessaria anche verso l’opinione pubblica, onde evitare di diffondere allarmismi pericolosi. Il cronista ha un ruolo fondamentale: dare la notizia di un’epidemia senza informazioni precise riguardo alle modalità di diffusione può portare alla nascita di paure infondate nei lettori e alla generazione di situazioni che possono avere spiacevoli ripercussioni. Una responsabilità che non va sottovalutata, di questi tempi.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.