Quantcast
Maschera da mostro e pistola, rapina una farmacia di Città Alta - BergamoNews
Lunedì sera

Maschera da mostro e pistola, rapina una farmacia di Città Alta

L'uomo, che parlava italiano, è fuggito in sella a una bicicletta. Poche centinaia di euro il bottino

Con indosso una maschera di Carnevale e in mano una pistola, un uomo ha rapinato la farmacia Guidetti di Città Alta. È successo nella serata di lunedì 17 febbraio.

Erano quasi le 19 quando il rapinatore, in sella a una mountain bike, ha raggiunto via San Giacomo 2, proprio a fianco della funicolare di piazza Mercato delle scarpe.

Con il volto travisato da una maschera di un mostro (simile a quella nella foto), ha fatto ingresso in farmacia e si è diretto verso il bancone. Brandendo una pistola, ha intimato alla farmacista di consegnargli il denaro presente in cassa. La speranza dell’uomo era quella di trovare un bel gruzzoletto, visto l’orario vicino alla chiusura, ma si è dovuto accontentare di poche centinaia di euro.

Una volta intascati i soldi, è uscito dal negozio e se n’è andato verso città bassa con la stessa bici con cui era arrivato.

Il titolare ha lanciato l’allarme. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Squadra mobile della polizia. Il bandito, che parlava italiano, non ha lasciato tracce, ma gli agenti stanno vagliando le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona per raccogliere elementi utili alla sua individuazione. Non si esclude che la pistola fosse una scacciacani.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it