BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lite fuori dal bar: rompe la gamba a un uomo che aveva rischiato di investire il figlio

La vittima poco prima, in sella a una bici, stava per investire il figlio dell'aggressore: dalle parole si è passati in fretta a calci e pugni.

Più informazioni su

La lite, iniziata con parole pesanti, è finita a calci e pugni: talmente violenti che uno dei due protagonisti ha rimediato una frattura alla tibia destra.

È successo nel tardo pomeriggio di martedì 18 febbraio in via Cialdini a Brembate dove i carabinieri della locale stazione sono intervenuti a seguito di un’aggressione che ha visto coinvolti due uomini.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, tutto era nato poco prima quando uno dei due, un italiano 38enne di origini calabresi disoccupato e pregiudicato, in sella alla propria bici avrebbe rischiato di investire il figlio di un 48enne marocchino, anche lui pregiudicato e irregolare sul territorio nazionale.

Al culmine della lite il 48enne ha sferrato un forte calcio alla gamba destra del 38enne, fratturandogli la tibia.

Dopo l’aggressione il marocchino si è dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce, mentre la vittima, soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata presso il Policlinico San Marco di Osio Sotto, è stata sottoposta alle cure urgenti del caso e trattenuto sotto osservazione nel reparto di traumatologia, con una prognosi iniziale di 40 giorni.

Giunti sul posto, i carabinieri si sono immediatamente attivati per ricercare l’aggressore in fuga che, a distanza di un paio d’ore, è stato rintracciato nei pressi dell’abitazione della propria famiglia e portato in caserma dove è stato deferito in stato di libertà per il reato di lesioni personali gravi, nonché per l’ingresso e il soggiorno illegale sul territorio dello Stato.

A quest’ultimo proposito, a carico dello straniero irregolare è stata avviata la procedura per richiedere la sua espulsione dall’Italia.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.