BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori: “Piazza Duomo, piazza del Campo… bellissime anche senza piante, no?”

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori torna sul taglio delle piante in piazza Dante: "Una piazza non è un giardino. Non tagliamo piante se non per necessità"

Piazza Vecchia a Bergamo, Piazza Duomo a Milano o Piazza del Campo a Siena sono tre esempi di splendide piazze che non hanno alberi”. Non che sia obbligatporio, ma non è neppure vietato a una città avere slarghi o luoghi d’incontro privi di piante. Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori in un’intervista video a Bergamonews mette qualche puntino sulle “i” in merito alle polemiche scoppiate in seguito al taglio degli alberi in piazza Dante.

piazze

“Nessuno è contento di tagliare degli alberi. Dove si può evitare si evita. Quando la situazione era puramente estetica in piazzetta Santa Lucia, il progetto prevedeva il taglio di sei magnolie per poter allineare gli alberi con quelli nuovi. Lì c’era un aspetto affettivo che prevaleva sul lato estetico, anche se sono e resto convinto che la piazza avrebbe migliorato il suo aspetto se si seguiva il progetto. Ma pazienza. Su Piazza Dante c’era da decidere se lasciare lì a marcire il diurno o intervenire. E per intervenire si dovevano tagliare gli alberi. Alberi che saranno rimpiazzati con altri, vedremo di collocarli alti anche se questo comporterà un rischio sul loro attecchimento”.

Il tema del verde, assicura “è molto caro all’amministrazione comunale: nel mio primo mandato abbiamo piantato novemila alberi e nel secondo puntiamo ad altri ventimila. Stiamo facendo un censimento su tutte le aree della città dove è possibile piantare alberi, anche se non sarà possibile piantare alberi ovunque”.

UN ESTIVO IN PIAZZA ALPINI

“Ribadisco che una piazza non può essere un giardino e viceversa. Penso a tre bellissimi esempi: piazza Vecchia, piazza Duomo a Milano e piazza Del Campo a Siena. E chiedo di sospendere il giudizio su piazza Alpini, fino a quando saranno terminati i lavori – prosegue Gori -. Quello era uno spazio ritenuto insicuro, oggi abbiamo spostato una parte del mercato del lunedì, abbiamo la richiesta per un estivo – quando per anni il bando è andato deserto – e il Ducato di Piazza Pontida ci ha chiesto di fare il famoso “Rasgamet de le egià” proprio in piazza Alpini”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.