BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

È un’Atalanta spettacolare: 4-1 al Valencia, quarti di finale ipotecati fotogallery

Doppietta di Hateboer, poi Ilicic e Freuler: nerazzurri straripanti contro gli spagnoli, che tengono acceso un lumicino di speranza col gol di Cheryshev

Più informazioni su

Un altro capitolo della storia dell’Atalanta Bergamasca Calcio è stato scritto mercoledì 19 febbraio, allo stadio San Siro. I nerazzurri hanno battuto con uno spettacolare 4-1 il Valencia nel match d’andata degli ottavi di finale di Champions League, ipotecando di fatto il passaggio ai quarti.

Una serata perfetta rovinata (se così si può dire) da quell’unico gol degli spagnoli che tiene acceso un lumino di speranza per gli uomini di Celades.

In uno stadio invaso da quasi 45mila bergamaschi, Gomez e compagni hanno dato tutto, conquistando l’ennesimo risultato straordinario che li consegna – un’altra volta – alla storia del club nerazzurro.

Ma quello che all’apparenza può sembrare il risultato di un match a senso unico, in realtà è un riassunto poco fedele di quelli che sono stati i 90 minuti di San Siro, durante i quali il Valencia, a tratti disordinato e disastroso, è stato anche capace di mettere alle corde gli atalantini che avrebbero potuto subire più del solo gol finito a passivo.

La magia di Freuler per la rete del 3-0
Atalanta

Grande protagonista di questa serata storica è Hans Hateboer, autore di una doppietta clamorosa che ha aperto e chiuso la festa del gol dei nerazzurri (16′ e 63′). In mezzo le due magie di Ilicic (41′) e Freuler (57′) che hanno spianato la strada alla corsa ai quarti di finale della Dea.

Il gol di Cheryshev (66′) macchia un match che, altrimenti, sarebbe stato perfetto in tutto e per tutto, anche per la (massiccia) dose di fortuna che l’Atalanta si è vista riservata.

Tante, troppe le occasioni da gol regalate agli spagnoli, che non hanno saputo sfruttarle anche grazie ad alcune parate decisive di un super Gollini.

Ma come scrisse Friedrich Nietzsche, ciò che non uccide fortifica: l’Atalanta deve fare tesoro degli errori dei valenciani che avrebbero potuto quasi stenderla. E lavorare ancora.

Il 10 marzo l'Atalanta a Valencia parte con un vantaggio enorme
Atalanta

Il 10 marzo si replica nella fantastica cornice del Mestalla: gli uomini di Gasperini scenderanno in campo con un vantaggio enorme, da difendere senza patemi.

C’è un altro capito della storia dell’Atalanta Bergamasca Calcio da scrivere.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.