BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gasp e quelle due sconfitte col Valencia: ecco l’occasione per vendicarsi

Era il 2009 e sedeva sulla panchina del Genoa. Per l'Atalanta invece prima sfida in assoluto contro una spagnola

Atalanta-Valencia? Gasperini ha l’occasione per prendersi una bella rivincita. Non tanto perché c’è una squadra nerazzurra in campo a San Siro (e non è l’Inter, come ricorda la parodia degli Autogol): Gasp infatti ha già affrontato il Valencia ed è stato battuto due volte. Sono passati più di dieci anni, è vero e qualche anno prima (2006-2007) il Valencia aveva eliminato anche l’Inter di Mancini in Champions con un doppio pareggio: 2-2 a San Siro e 0-0 al ritorno.

Gasp invece guidava il Genoa nei precedenti con la squadra spagnola, che risalgono il primo al 1° ottobre 2009 e finì 3-2 con le reti di Floccari, David Silva, Zigic, Kharia su rigore e all’82’ Villa su rigore. Al ritorno, invece, il 17 dicembre 2009, c’erano anche Beppe Biava, Juric e Palacio e finì 1-2 con i gol di Bruno, Crespo e al 90′ di Villa. Si giocava la fase a gironi di Europa League, il Valencia vinse il girone, secondo il Lille e il Genoa fu eliminato.

C’è da dire che quella del 2009 è una delle due sole vittorie ottenute sul campo delle italiane dal Valencia nelle sfide europee: l’altra è quella con la Roma nel 2002-03 per 1-0.

Altre curiosità in chiave Champions? Intanto è la prima volta che l’Atalanta sfida un club spagnolo nelle competizioni europee, tra l’altro dal 1907 a oggi non c’è mai stato un giocatore spagnolo, nelle file nerazzurre.

Bergamo è anche la città più piccola tra le sedici qualificate agli ottavi di Champions, con 121 mila abitanti contro gli 800 mila di Valencia. Vero che la nostra provincia è grande come una metropoli, con 1 milione e 115 mila abitanti…

C’è poi un altro record europeo, che l’Atalanta ha aggiunto sabato contro la Roma: quello di Pasalic è infatti il gol numero 12 segnato da un giocatore che entra dalla panchina, come nessun’altra squadra in Europa. Rete decisiva, come quelle di Muriel all’andata contro la Spal (3-2), di Zapata a Roma (2-0), di Malinovskyi a Firenze (2-1). Un gol velocissimo, quello di SuperMario, dopo 19 secondi dal suo ingresso e solo 12 dalla ripresa del gioco.

Tornando ad Atalanta-Valencia, potrebbe essere battuto il record assoluto di spettatori per una gara casalinga dell’Atalanta. Dal 1984 resiste infatti quello di Atalanta-Inter (16 settembre, prima giornata di Serie A dopo anni di B) che è di 43.426 spettatori (compresi 17mila abbonati). Per la sfida di San Siro col Valencia siamo a 42.514 e il dato è riferito a lunedì sera, per cui potrebbe anche essere superato dopo l’apertura del terzo anello settore rosso. Ricordiamo che Atalanta-Malines, il 20 aprile 1988, richiamò allo stadio di Bergamo 40 mila spettatori e che per Atalanta-Manchester City, il 6 novembre scorso, sono stati 32.147. Ma l’Atalanta dei record non si ferma…

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.