BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tiri, gol, possesso palla, assist: l’Atalanta ha numeri da grandissima squadra

Gli uomini di Gasperini fanno concorrenza anche alle big d'Europa

Più informazioni su

Se non tiri in porta non fai gol. O anche: se non tiri in porta non vinci. Chiaro, lo direbbe anche Massimo Catalano, qualcuno ricorderà il re dell’ovvio di “Quelli della notte” con Renzo Arbore. E quindi non è una sorpresa che l’Atalanta macchina da gol sia anche la squadra che ha tirato in porta più di tutte le altre della Serie A, magari può stupire la differenza netta tra l’Atalanta capolista di questa particolare classifica (secondo i dati elaborati dalla Lega Calcio) con 208 tiri e la Lazio, seconda con 176, seguita dall’Inter a 168.

Il discorso vale anche per la classifica assoluta dei tiri (in porta o fuori): sempre Atalanta prima con 348 tiri, Napoli secondo con 317 e Lazio terza con 292.

Ma non è l’unica classifica in cui i Gaspboys comandano in Serie A. A proposito: la macchina da gol bergamasca, 61 reti, in Europa sta dietro solo al Manchester City di Guardiola, 65 reti, mentre sta davanti di un’incollatura allo straordinario Liverpool di Klopp, 60 reti e ancora di più al Barcellona, 52 gol.

Gian Piero Gasperini, all'Atalanta dal 2016
Fiorentina-Atalanta

Dicevamo delle classifiche in cui l’Atalanta sta in testa. C’è quella degli assist, 38 contro i 34 della Lazio e i 30 dell’Inter. Ma se vogliamo guardare anche i dati da un’altra prospettiva, l’Atalanta ultima nella classifica delle parate significa anche che tiene più di altre gli avversari lontano dalla porta e dal tiro. D’altra parte non è un caso, se l’Atalanta in coda con 58 parate è seguita dall’Inter (ora capolista) con 60 e poi dalla Roma con 70, mentre più o meno a metà è la Juve con 84 vicina al Milan con 83 e alla Lazio con 80.

Curiosa anche la classifica dei corner, che vede Roma (prima) con 171 seguita dall’Atalanta con 157 (poi il Napoli a 145).

Altro dato significativo è il possesso palla nella metà campo avversaria, in cui l’Atalanta risulta seconda solo al Napoli e, in assoluto pèer possesso palla, quarta dietro a Napoli, Juve e Roma.

Interessante anche la classifica dei cartellini, dove l’Atalanta risulta penultima, quindi tra le più ‘buone’ alla pari con la Juve per numero di ammonizioni: 49 come i bianconeri, meglio solo l’Udinese con 47. E in assoluto, comprendendo anche i ‘rossi’ cioè le espulsioni, è davanti l’Udinese con 50 seguita da Atalanta, Juve e Parma a 51. Le più ‘cattive’ sono Bologna, 76 cartellini in totale e 4 espulsioni seguito dal Milan con 72 e 5 espulsioni e dal Genoa, 70 con 7 espulsioni.

Josip Ilicic, miglior marcatore stagionale dell'Atalanta
Ilicic

Altra curiosità, la classifica dei cannonieri. Dove naturalmente Immobile è staccatissimo con 25 reti davanti a Cristiano Ronaldo con 20 e Lukaku con 17. Poi Ilicic e Joao Pedro a 14. Ma senza considerare i rigori addirittura Ilicic sarebbe secondo: Immobile avrebbe 16 reti (più 9 rigori), Ronaldo 13 (più 7 rigori), Lukaku 13 (più 4 rigori) e quindi Ilicic, 14 gol e nessun rigore.

Da notare anche la maggior precisione di Josip rispetto a Dzeko, terzo nella classifica dei tiri con 66 ma 10 gol per lui, contro 52 tiri ma 14 gol per Ilicic.

Invece la classifica degli assist men è una sfida tra le romane e gli atalantini, Luis Alberto (Lazio) davanti con 11 assist seguito alla pari a 8 da Pellegrini (Roma) e Gomez, che si sfideranno sabato a Bergamo, nel giorno del compleanno (32 anni) del Papu. Nella stessa classifica c’è anche Zapata ottavo con 5 assist e la curiosità che alla pari con lui c’è Toloi, contro il Genoa in gol per la prima volta quest’anno.

Papu Gomez, 8 assist in Serie A quest'anno
Gomez

A proposito del Papu, insegue il podio nella classifica assoluta dei cannonieri atalantini, ora 5° alla pari con Rasmussen a 53 gol e facilmente vorrà festeggiare il compleanno, sabato, avvicinando Denis che è quarto con 56 e Bassetto, terzo a 57. Lontano Doni, primo a 112, più alla portata Cominelli con 62. E si avvicina Ilicic, ora 12° a quota 43 gol.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.