BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Psicosi Coronavirus, bimbi cinesi e italiani insieme contro razzismo e pregiudizi

La registrazione di un video musicale è stata l'occasione per rafforzare l'integrazione scacciare infondate paure: domenica 23 un flashmob in centro a Bergamo.

Più informazioni su

Avrebbe dovuto essere un video musicale per celebrare il cinquantesimo anniversario delle relazioni tra Italia e Cina, che cade proprio nel 2020, ma l’esplosione a livello globale del caso Coronavirus li ha fatti virare su un argomento decisamente più sensibile: il razzismo.

Lin Zhong, cantante di origine cinese e titolare di un ristorante asiatico nel quartiere di Celadina a Bergamo, per farlo aveva coinvolto l’amica Angelica Cukon, interprete, mediatrice culturale e insegnante di Wushu, perchè proprio i bimbi che da lei prendono lezione dell’arte marziale cinese sarebbero stati i protagonisti di parte della clip.

“Inizialmente avevamo pensato di annullare il nostro progetto – spiega Angelica – Poi abbiamo notato che i casi di razzismo nei confronti dei cinesi iniziavano ad aumentare e ci siamo sentiti ancora più in dovere di portare a termine il nostro video, cambiandone anche il tema: in primo piano abbiamo messo integrazione e uguaglianza”.

italia-cina

Così, sulle note di una canzone di Michael Jackson interpretata da Lin, bimbi italiani e cinesi hanno svolto una lezione di Wushu: “Letteralmente significa ‘arte marziale’, la maggior parte delle persone la conoscono come kung fu – continua Angelica – Io la pratico da quando ho 8 anni, da un paio la insegno alla scuola cinese: martedì 4 febbraio abbiamo fatto la registrazione al Cus di Dalmine, con una bella coreografia”.

Solo un primo passo, perchè domenica 9 il gruppo si è ritrovato per un allenamento amichevole Italia-Cina, con diversi ragazzi arrivati appositamente da Milano: “Volevamo sfatare quel fastidioso mito, che circolava e circola ancora, che stando con i cinesi si contrae il Coronavirus – sottolinea Angelica – Da lì, poi, ci siamo spostati nel ristorante di Lin Zhong che sta soffrendo particolarmente questa situazione, perdendo clienti, e aveva bisogno anche di un sostegno morale”.

italia-cina

Domenica 23 febbraio l’ultimo atto del progetto, con un flashmob organizzato in piazza Vittorio Veneto tra le 15 e le 17: Lin al microfono, il coro Voising – chorus on the move ad accompagnarlo e tanti cittadini a sostegno.

“Il 2020 è un anno speciale per i rapporti tra Italia e Cina – conclude Lin – Ci auguriamo più amicizia e meno diffidenza, più comprensione e meno confusione. Perchè tutti noi abbiamo bisogno di aiuto. Vi aspettiamo in piazza, per la ripresa di un piccolo video musicale”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.