Pinguini Tattici Nucleari, debutto da sogno a Sanremo: sono quarti in classifica - BergamoNews
Al festival

Pinguini Tattici Nucleari, debutto da sogno a Sanremo: sono quarti in classifica

Il gruppo bergamasco ha stupito tutti sul palco dell'Ariston: nella classifica provvisoria si trovano a ridosso del podio

È stata una serata da sogno al Festival di Sanremo per i Pinguini Tattici Nucleari, il gruppo indie rock bergamasco che mercoledì 5 febbraio ha debuttato sul palco dell’Ariston proponendo la orecchiabilissima Ringo Starr.

A premiare i Pinguini, oltre ai tanti post dei fan sui social, è stata la classifica provvisoria mostrata a tarda notte – in coda alla seconda serata – che ha ha visto il gruppo orobico piazzarsi al quarto posto, a ridosso del podio. Davanti a loro solo Francesco Gabbani, Le Vibrazioni e il sempreverde Piero Pelù.

Secondo gli addetti ai lavori potrebbe essere la band bergamasca la vera sorpresa della settantesima edizione del Festival di Sanremo. Un po’ come lo sono stati Lo Stato Sociale due anni fa.

Il gruppo indie rock è attivo da circa dieci anni, ma il palco dell’Ariston è la grande occasione per estendere il bacino d’utenza. La loro esibizione sulle note di Ringo Starr, dal ritmo semplice e ballabile, è stata generalmente molto apprezzata: potrebbero essere una delle mine vaganti di questa kermesse.

Quel che è certo è che l’esperienza di Sanremo lancerà in modo definitivo la carriera di questo gruppo di giovani musicisti, che dopo il Festival continuerà la promozione dell’ultimo album Fuori dall’hype col #machilavrebbemaidettotour che si concluderà col concerto-evento del 19 marzo al Mediolanum Forum di Milano.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it