BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi nella Hall of Fame del calcio italiano

Il patron nerazzurro è stato inserito nella speciale lista istituita nel 2011 dalla Figc e dalla Fondazione Museo del Calcio per celebrare giocatori, allenatori e dirigenti capaci di lasciare un segno indelebile nel mondo del calcio italiano

C’è anche il nome di Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta, nella lista delle undici nuove stelle che entrano nella Hall of Fame del calcio italiano istituita nel 2011 dalla Figc e dalla Fondazione Museo del Calcio per celebrare giocatori, allenatori e dirigenti capaci di lasciare un segno indelebile nel mondo del calcio italiano.

Oltre al patron bergamasco entrano nella speciale lista anche Andrea Pirlo (ex giocatore italiano), Zbigniew Boniek (ex giocatore straniero), Carlo Mazzone (allenatore), Alberto Michelotti (arbitro italiano), Gabriele Oriali (veterano italiano), Sara Gama (calciatrice italiana), Pietro Anastasi e Luigi Radice (premi alla memoria), Romelu Lukaku e Mattia Agnese (premio Astori).

A decretare i vincitori, nel corso di una riunione a cui ha preso parte anche il presidente della Figc Gabriele Gravina, la giuria composta dal presidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana Luigi Ferrajolo e dai giornalisti Alberto Brandi (condirettore di NewsMediaset), Federico Ferri (direttore di Sky Sport), Xavier Jacobelli (direttore di Tuttosport), Stefano Barigelli (condirettore de La Gazzetta dello Sport), Piercarlo Presutti (responsabile della redazione sportiva dell’Ansa), Enrico Varriale (vice direttore Rai Sport e responsabile del Calcio), Ivan Zazzaroni (direttore de Il Corriere dello Sport e del Guerin Sportivo).

Ha contribuito alla scelta dei premi alla memoria anche il vice presidente della Fondazione Museo del Calcio della Figc Matteo Marani.

La cerimonia di premiazione è in programma per il prossimo 4 maggio a Firenze e, come da tradizione, i vincitori saranno chiamati a consegnare un cimelio simbolico della loro carriera destinato al Museo del Calcio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.