Psicosi da Coronavirus, a Treviglio annullato il concerto della pop-star cinese Li Ronghao - BergamoNews
Bassa

Psicosi da Coronavirus, a Treviglio annullato il concerto della pop-star cinese Li Ronghao

Per l'esibizione di Li Ronghao erano stati prenotati più di 1500 biglietti al PalaFacchetti: "A emergenza finita riprogrammeremo l'evento"

Il concerto trevigliese di Li Ronghao, famosissima pop-star cinese, è stato annullato. La decisione definitiva è stata presa nella mattinata di lunedì 3 febbraio.

Lo show era in programma al PalaFacchetti domenica 23 febbraio: sarebbe stato il secondo grande evento cinese nella Bassa dopo l’esibizione, fortunatissima, di Jason Zhang datata ottobre 2017.

leggi anche
  • Al palafacchetti
    Treviglio, che entusiamo per Jason Zhang! La popstar cinese duetta con Al Bano
    Zhang

Per il concerto-evento erano già stati prenotati più di 1500 biglietti.

Li Ronghao ha 34 anni ed è un cantante e produttore famosissimo in tutta la comunità cinese: sui social è seguito da oltre 60 milioni di follower, mentre le sue canzoni sulle piattaforme di streaming hanno milioni di ascolti.

“Il Coronavirus ha di fatto bloccato tutto – spiega Mario Chen, uno degli organizzatori del concerto -. Non avremmo avuto la certezza che l’aereo per l’Italia di Li sarebbe decollato. Per questo abbiamo deciso che era meglio annullare tutto”.

L’esibizione bergamasca della pop-star cinese è però solo rimandata: “Riprogrammeremo sicuramente l’evento – spiega ancora Chen -. Appena l’emergenza sarà terminata valuteremo la disponibilità del PalaFacchetti”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it