BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centro Implantologico Tramonte

Informazione Pubblicitaria

Dentiera o Toronto Bridge? Tutti i vantaggi delle nuove soluzioni per chi non ha denti

La Toronto Bridge offre a chi ha perso o sta perdendo i denti una soluzione più moderna, con vantaggi quotidiani sia dal punto di vista funzionale ed estetico sia da quello psicologico

Vi mancano tutti i denti (o quasi), ma non volete mettere la dentiera perché è scomoda e rappresenta una soluzione vecchia e non conveniente? Oppure avete già una dentiera, ma vi siete stufati della scarsa praticità?

Oggi moltissime persone nella vostra situazione hanno trovato la risposta ai loro desideri e alle loro necessità nella Toronto Bridge, una protesi dentaria fissata su impianti dentali che permette di riabilitare un’intera arcata dentale, sia superiore sia inferiore. In pratica, gli impianti sono integrati nell’osso per mezzo di viti e sostengono in modo saldo e stabile la protesi, offrendo diversi vantaggi rispetto alla classica protesi mobile.

Nei Centri Implantologico Tramonte, la realizzazione di una Toronto Bridge avviene su arcate con un minimo di 6-8 impianti invece di 4 (come realizzato da alcune realtà), garantendo maggiori percentuali di successo a lungo termine.

Toronto Bridge: pro e contro.

Sono molte le ragioni per cui si potrebbe scegliere la protesi Toronto Bridge rispetto a una tradizionale dentiera. Tuttavia, ci sono anche alcuni svantaggi, che sono comunque minimi se si considera quanto la Toronto Bridge possa fare la differenza nella vita di tutti i giorni. Vediamoli insieme.

I vantaggi delle Toronto Bridge.

Stabilità.

A differenza della dentiera, la Toronto Bridge non porta con sé il rischio di traballare perché è fissata agli impianti dentali. Ciò consente di masticare senza problemi e non avere il timore che possa staccarsi mentre si parla.

Economicità.

La protesi Toronto Bridge è meno costosa rispetto ad altre soluzioni implantologiche, perché posiziona il massimo numero di denti con la minima quantità di impianti.

Denti nuovi subito.

Grazie alla tecnica del carico immediato si può avere la protesi provvisoria subito dopo l’inserimento degli impianti, quindi in un’unica seduta con prove estetiche completamente personalizzate. Un passo avanti, visto che un tempo bisognava aspettare 6 mesi con una protesi mobile. Inoltre, la Toronto Bridgeè una tecnica indolore che viene effettuata senza incidere e scollare le gengive e, di conseguenza, senza la necessità di utilizzare punti di sutura.

 

Gli svantaggi della Toronto Bridge.

Più impegno per l’igiene orale.

Normalmente pulire le protesi richiede un maggiore impegno, considerando che, oltre allo spazzolino tradizionale, è necessario usare uno scovolino e un filo interdentale specifici ed eventualmente un idrosetto. Migliorare l’igiene è possibile solo a scapito dell’estetica.

Adatto soprattutto a ossa sane.

Gli impianti dentali hanno bisogno di ossa sane per essere stabili. Per questo, se il paziente presenta ossa poco voluminose e delicate, la Toronto Bridge ha una durata limitata. Nei Centri Tramonte, nel caso di mancanza ossea, si consiglia di risolvere il problema con soluzioni alternative, per esempio con l’impiego di innesti o di impianti zigomatici.

La Toronto Bridge, quindi, offre a chi ha perso o sta perdendo i denti una soluzione più moderna, con vantaggi quotidiani sia dal punto di vista funzionale ed estetico sia da quello psicologico.

 

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.