• Abbonati
Miur

Maturità 2020: ecco le materie d’esame per i vari istituti

L'attesa degli studenti e anche degli insegnanti è finita. Finalmente sono state rese note dal Ministero dell’Istruzione le materie per la maturità 2020.

L’attesa degli studenti e anche degli insegnanti è finita. Finalmente sono state rese note dal Ministero dell’Istruzione le materie per la maturita 2020.

Si possono controllare al link del ministero

Per il Liceo scientifico, le seconde materie scritte saranno Matematica e Fisica, in questo ordine. Per il Classico, Greco e Latino: traduzione di Greco e analisi di Latino. Con copntestualizzazione del testo in Italiano.

Per l’indirizzo Enogastronomia e ospitalità alberghiera, articolazione Enogastronomia, le materie della seconda prova saranno Laboratorio di servizi enogastronomici-cucina e Scienza e cultura dell’alimentazione. All’Istituto per i Servizi per l’agricoltura, i ragazzi avranno Valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore ed Economia agraria e dello sviluppo territoriale. Al Tecnico per il Turismo ci saranno Discipline turistiche e aziendali e Lingua inglese. Al Tecnico indirizzo Informatica, Sistemi e reti e Informatica.

Al Liceo delle Scienze umane, opzione Economico-sociale, ci saranno Diritto ed Economia politica e Scienze umane.

La responsabile dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha annunciato le materie attraverso il profilo Instagram del Ministero. #MaturitàVentiVenti sarà l’hashtag che accompagnerà sui social, da oggi e fino alla fine degli Esami, le comunicazioni rivolte agli studenti che avranno l’obiettivo di chiarire ogni aspetto dell’Esame, ma anche di fornire suggerimenti utili per lo studio.

Le materie del secondo scritto annunciate oggi sono state scelte fra quelle caratterizzanti ciascun percorso di studi. La prova anche quest’anno, come già nel 2019, sarà multidisciplinare, fatta eccezione per i corsi di studio che hanno una sola disciplina caratterizzante.

L’annuncio delle materie provoca sempre grande fermento tra i maturandi: infatti in questa occasione vengono decise la materia, o le materie, che saranno protagoniste della seconda prova. E spesso proprio in funzione di questo anche i professori delle varie classi si ritrovano a riadattare i programmi per far sì di preparare al meglio gli alunni ad affrontare la prova a giugno.

Le date

Nessuna novità sulle date delle prove: la maturità 2020 comincerà con la prima prova di Italiano di mercoledì. E sono stati scelti, come gli altri anni, i giorni intorno alla metà di giugno.

Prima prova: 17 giugno 2020

Seconda prova: 18 giugno 2020

Cosa sapere

La riforma che ha introdotto il Miur ha cambiato l’esame di Stato. Skuola.net riassume così caratteristiche del nuovo esame di maturità:

L’esame si compone di due prove scritte e una prova orale;

La prima prova è composta da tre tipologie di traccia: analisi del testo (2); testo argomentativo (3); tema di attualità (2);

La seconda prova può essere multidisciplinare;

La prova orale inizia con il materiale proposto dalla commissione (non ci saranno più le buste), continua con la relazione sui percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex alternanza), e le domande su Cittadinanza e Costituzione;

I crediti per l’ammissione all’esame sono un massimo di 40;

I punteggi per scritti e orale sono 20 per ogni prova.

Invalsi: date e novità

In quinta superiore i maturandi dovranno partecipare al test Invalsi 2020. La prova Invalsi si svolgerà nel corso dell’anno scolastico, in primavera, NON in aggiunta alle altre prove previste a giugno 2020. Il voto non avrà alcun peso sulla media finale. Il punteggio ottenuto verrà comunque riportato nella documentazione allegata al diploma.

Il test invalsi per la maturità 2020 sarà così strutturato:

Questionario di italiano

Test di matematica

Prova di inglese

La prova si svolgerà col metodo Computer Based. La prova di inglese è stata introdotta per verificare le abilità di comprensione e utilizzo della lingua da parte dei giovani in uscita dalle scuole superiori italiane. La linea guida per le valutazioni avrà come riferimento il Quadro Comune Europeo per le Lingue.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI