BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orio, sfiorati i 14 milioni di passeggeri nel 2019: boom delle destinazioni extra UE

Lo scalo bergamasco chiude a quota 13,8 milioni: lo scorso anno inaugurati 22 nuovi collegamenti, le rotte più trafficate Londra, Napoli, Bari, Barcellona e Brindisi.

Non solo ha toccato quota 13, ma per poco non ci scappa anche il 14: sono i milioni di passeggeri che hanno scelto di viaggiare dall'aeroporto di Orio al Serio nel corso del 2019, anno ovviamente record per lo scalo bergamasco.

Dopo aver mancato il traguardo nel 2018 per poco più di 60mila persone, lo scorso anno "Il Caravaggio" ha fatto segnare una crescita del 7% anno su anno raggiungendo i 13.857.257 passeggeri.

Lo ha fatto superando il milione di passeggeri anche a dicembre, quota che non è riuscito a raggiungere solamente a gennaio e febbraio.

Di pari passo sono cresciuti anche i movimenti, arrivati a 7.652 (+14,5%), vale a dire pressochè mille in più rispetto al 2018 (erano 6.685). Calano, come da previsioni, le merci: -19,9% che ha portato a 8.969 le tonnellate transitate da Orio al Serio.

L'anno record dell'aeroporto bergamasco è lo specchio di quanto accade a livello nazionale dove per la prima volta si sono superati i 190 milioni di passeggeri, arrivando a 193,1 milioni.

Assaeroporti, però, rileva come la crescita (del 4%) sia da attribuire principalmente ai flussi internazionali mentre i collegamenti domestici hanno subito una netta frenata.

In vetta alla classifica le posizioni sono ormai consolidate da anni: Bergamo è il terzo scalo italiano dopo i colossi Roma Fiumicino e Milano Malpensa, mentre a completare la top 5arrivano Venezia (11,5 milioni) e Napoli (10,8 milioni). Linate, penalizzato dalla chiusura dello scalo per il rifacimento della pista, scivola in nona posizione dopo Catania, Bologna e Palermo. Decimo Ciampino.

La classifica degli aeroporti italiani: clicca sull'anno per scoprire le posizioni. La selezione "Tutti" genera una graduatoria complessiva dal 2000 al 2019.

L'evoluzione degli aeroporti italiani dal 2000 a oggi: seleziona dalla lista gli scali che vuoi confrontare.

Analizzando la crescita dell'aeroporto di Bergamo, decisiva nell'ultimo anno è stata l'impennata a doppia cifra del traffico verso destinazioni extra Schengen: i flussi verso destinazioni extra-UE sono raddoppiati rispetto al 2016, grazie all'apertura dei nuovi collegamenti di linea verso il Nord Africa (Sharm el Sheikh, Casablanca, Cairo), Georgia (Tbilisi), e Giordania (Aqaba) e ai tantissimi voli charter verso l'Egitto in particolare.

Le rotte più trafficate sono state Londra, Napoli, Bari, Barcellona e Brindisi, ma il principale mercato estero dello scalo orobico si conferma la Spagna: seguono Romania, Regno Unito e Germania. Per i mercati extra Unione Europea si conferma il Marocco, davanti a Russia e Turchia.

Superfluo sottolineare il primato di Ryanair sulle rotte da e per Bergamo: nell'ordine seguono poi Wizzair, Lauda, Blue Panorama e Pobeda.

Complessivamente nel 2019 sono stati inaugurati 22 nuovi collegamenti: Cairo (Air Arabia Egypt), Sharm el Sheikh (Air Cairo), Roma Fiumicino (Alitalia), Cefalonia, Preveza, Reggio Calabria (Blue Panorama), Londra Gatwick (British Airways), Düsseldorf, Stoccarda (Lauda), Agadir, Aqaba, Heraklion, Kalamata, Katowice, Londra Southend, Marsiglia, Sofia, Tbilisi, Zadar, Zante (Ryanair), Casablanca (TUIfly) e Barcellona (Vueling).

Di grande importanza, strategica, di prestigio e di prospettiva, la presenza dei vettori legacy Alitalia e British Airways ma anche quella di Pegasus che ha alimentato la propria rete di voli in prosecuzione su Istanbul Sabiha Gokcen.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.