• Abbonati
Sci

Al Pora torna il Trofeo Gianni e Luciana Radici: in pista 300 campioni di domani

Pulcini e Children dello sci bergamasco i protagonisti della manifestazione in programma per domenica 2 febbraio

Il Monte Pora è pronto ad accogliere la carica dei giovani sciatori made in Bergamo: domenica 2 febbraio andrà in scena il 4° Trofeo Gianni e Luciana Radici, che richiamerà sulle piste della stazione sciistica orobica oltre 300 ragazzi, per una delle sei gare in programma nell’ambito del Circuito provinciale FISI.

I primi al cancelletto saranno i Children (Allievi 2005-2004 e Ragazzi 2007-2006), per uno Slalom Speciale che si aprirà alle 9.00 sulla Pista Cima Pora. Alle 10.15 inizierà invece lo Slalom Gigante dei Pulcini (Cuccioli 2009-2008 e Baby 2011-2010) e dei Superbaby sempre sulla Pista Cima Pora, in un tracciato parallelo a quello dei Children.

“La mattinata sarà impegnativa sul fronte organizzativo – sottolinea Olga Zambaiti, presidente dello Sci Club RadiciGroup –. Questo Trofeo, infatti, è l’unico in provincia di Bergamo che raduna tutte le categorie giovanili in un’unica giornata di gare: l’obiettivo è che sia una giornata di festa, di sport e di aggregazione per tutte le famiglie degli atleti. Ecco perché le due gare sono dedicate a Gianni e Luciana Radici, a ricordo del loro impegno personale per il territorio, per lo sport e per la crescita dei nostri ragazzi”.

Al di là delle premiazioni specificamente legate alla classifica, a tutti i Pulcini iscritti verrà comunque assegnato un piccolo riconoscimento di partecipazione per l’impegno rivolto alle prime avventure nello sci agonistico.

Inoltre alcuni dei premi che verranno assegnati ai ragazzi sono stati realizzati dall’associazione Un cuore con le ali Bergamo onlus, una no profit nata con lo scopo di sensibilizzare e raccogliere fondi per la ricerca delle malattie genetiche rare, tra cui la Malattia di Pompe o Glicogenosi di Tipo II.

La gara, in ricordo dei fondatori di RadiciGroup, è sostenuta da Lyreco, Fra.mar, DHL e Italian Optic.

“In questa giornata in cui vediamo gareggiare i nostri atleti, ragazzi sani e forti – conclude Zambaiti – vogliamo essere in qualche modo di supporto a chi si trova ad affrontare un altro tipo di sfida, molto più impegnativa e legata alla salute. E credo che anche in questa piccola azione di sensibilizzazione, si riscontrino i valori di Gianni e Luciana Radici, universalmente ricordati per la loro particolare attenzione alle persone bisognose”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI