Controlli antidroga sulle piste: il fiuto di 'Grinder' e 'Grom' inguaia un 59enne - BergamoNews
Foppolo e carona

Controlli antidroga sulle piste: il fiuto di ‘Grinder’ e ‘Grom’ inguaia un 59enne

"L’attività - spiegano i carabinieri - ha evitato che alcune persone affrontassero la giornata sugli impianti in condizione di alterazione psicofisica, mettendo a rischio l’incolumità di altri sciatori"

Non si fermano i controlli dei Carabinieri di Zogno sulle piste da sci per contrastare l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Supportati dalle unità del Nucleo Cinofili di Orio al Serio, i militari hanno effettuato un’attività di prevenzione e repressione a Foppolo e Carona. I controlli sono stati estesi alle decine di turisti che hanno trascorso la giornata sulla neve. I cani antidroga “Grinder” e “Grom” hanno controllato decine di sciatori e segnalato numerose persone mentre l’attività di riscontro, effettuata dai Carabinieri, è stata positiva per un uomo del posto di 59 anni che è stato segnalato come assuntore alla Prefettura, trovato in possesso di 6 grammi di marijuana.

“Il servizio – spiegano i carabinieri – è stato finalizzato a garantire la sicurezza dei numerosi turisti che, nei periodi di maggior affluenza, con particolare riguardo ai weekend, raggiungono in gran numero gli impianti, praticando attività diverse (passeggiatori, ciaspolatori, sciatori alpinisti ndr). L’attività, infatti, ha evitato che alcune persone affrontassero la giornata sugli impianti in condizione di alterazione psicofisica che avrebbe potuto mettere a rischio l’incolumità degli altri sciatori”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it