BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Supergigante: Jansrud domina Kitzbuehel, quinto Mattia Casse

Il 29enne piemontese residente a Bergamo ha terminato il supergigante con 53 centesimi di ritardo dal norvegese

Dopo la paura, torna il sereno per l’Italia della velocità maschile che nella mattinata di venerdì 24 gennaio ha avuto modo di festeggiare l’ottima prestazione di Mattia Casse nel supergigante. Il 29enne residente da alcuni anni a Bergamo ha terminato al quinto posto il supergigante di Kitzbuehel, facendo rimpiangere solo in parte l’assenza di Dominik Paris.

L’infortunio al crociato dell’alto-atesino ha scosso la squadra azzurra che sulla mitica Streif ha risposto subito presente con il finanziere cuneese che nel tempio dello sci ha ottenuto la migliore prestazione in carriera.

Messosi in luce già nella seconda prova, il discesista tricolore ha affrontato nel migliore dei modi le parti più ostiche della pista austriaca, sfruttando in particolare una sciata vicina al palo. Più conservativo sulla traversa centrale, il portacolori delle Fiamme Oro Moena è stato fra i migliori nell’ultimo tratto di gara toccando i 135 chilometri orari.

A vincere sulla pista di casa è stato Kjetil Jansrud che sul celebre tracciato ha il primo successo stagionale davanti al padrone di casa Matthias Mayer e al connazionale Aleksander Aamodt Kilde.

Sostenuto da un materiali molto veloci, il norvegese ha messo in cassaforte la vittoria già in alto, riuscendo a conservare il proprio vantaggio nonostante un errore in curva.

Dopo aver rischiato di incrociare gli sci all’uscita dal cancelletto, il campione olimpico ha invece avuto modo di servirsi di un’azione parecchio diretta che gli ha consentito di fare la differenza nella fase centrale e di guadagnarsi la piazza d’onore.

Discorso simile invece per lo scandinavo, capace però di rimontare lo svantaggio accumulato nel finale e di guadagnare punti importanti in chiave Coppa del Mondo.

Buon rientro per Christof Innerhofer che, alla prima uscita stagionale dopo l’incidente subito lo scorso marzo, ha concluso la prova in quindicesima posizione.

Nonostante il lungo periodo lontano dalle gare, il 35enne di Gais ha mostrato la propria classe, pagando però alcune imperfezioni.

Chiusa la prima giornata sulle Alpi Tirolesi, Casse e compagni torneranno in pista sabato 25 gennaio per affrontare la leggendaria discesa libera.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.