BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Investì e uccise carabiniere, a processo il 14 febbraio: 2 associazioni parti civili

Sono l'Associazione familiari e vittime della strada e l'Associazione sostenitori ed amici della polizia stradale che si aggiungono alla sorella: l'investitore accusato di omicidio stradale aggravato dalla guida in stato di ebbrezza, dalla fuga e dall'omissione di soccorso.

Il prossimo 14 febbraio in aula per la discussione e la sentenza ci saranno anche l’Associazione familiari e vittime della strada e l’Associazione sostenitori ed amici della polizia stradale.

Sono state ammesse come parti civili nel processo che vede imputato Matteo Colombi Manzi, 34enne di Sotto il Monte che nella notte tra il 16 e il 17 giugno 2019 travolse e uccise Emanuele Anzini, appuntato dei carabinieri di 42 anni appartenente al Nucleo operativo radiomobile di Zogno impegnato in un posto di blocco a Terno d’Isola.

Lo ha deciso il gup Massimiliano Magliacani secondo cui il reato contestato all’imputato (omicidio stradale aggravato dalla guida in stato di ebbrezza, dalla fuga e dall’omissione di soccorso) “attende l’interesse che per statuto le due associazioni perseguono”: fornire assistenza alle vittime di incidenti stradali.

In base a quanto ricostruito, quella sera il cuoco 34enne si mise alla guida della sua Audi A3 nonostante un tasso alcolemico di 2,97 e investì l’appuntato di origini abruzzesi: il ragazzo ha sempre spiegato di non averlo visto nonostante indossasse la pettorina fluorescente e di essere tornato sul luogo dell’incidente (all’altezza del distributore Erg in via Padre Albisetti) solo dopo diversi minuti.

Il gup ha ammesso come parte civile anche la sorella del carabiniere ucciso, mentre la compagna, la madre e la figlia sono parti offese: l’imputato, difeso dall’avvocato Federico Riva e attualmente sottoposto all’obbligo di firma, sarà giudicato con rito abbreviato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.