BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I flaconi della Serioplast conquistano anche l’Australia

Il Gruppo CDP che con Sace costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione ha fatto il suo ingresso nel capitale della controllata Serioplast “Australia Pty Ltd.”, acquisendone il 49 per cento, per un investimento pari a 2,5 milioni di euro.

Simest continua a sostenere l’internazionalizzazione della Serioplast, azienda di Bergamo tra i principali leader europei nella produzione di flaconi per i settori personal care e homecare: nei giorni scorsi la società del Gruppo CDP che con Sace costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione ha fatto il suo ingresso nel capitale della controllata Serioplast “Australia Pty Ltd.”, acquisendone il 49 per cento, per un investimento pari a 2,5 milioni di euro.

Le nuove risorse finanzieranno la costruzione di un nuovo impianto in cui saranno installate 6 linee di produzione destinate al cliente Henkel e rafforzeranno anche l’export dell’azienda bergamasca, visto che tutte le linee e gli stampi utilizzati verranno realizzati negli stabilimenti italiani del gruppo.

Quello in Australia è il settimo intervento che dal 2014 Simest effettua a supporto dell’internazionalizzazione del Gruppo Serioplast. A questo si aggiungono le garanzie che Sace ha fornito nel corso degli anni per finanziamenti a supporto di investimenti e il sostegno nello sconto di fatture attraverso la società prodotto Sace Fct.

Serioplast nasce nel 1974 ed è attiva nella fornitura di servizi completi di imballaggio di flaconi in plastica personalizzati per le maggiori multinazionali che operano nel mercato dei beni di consumo di massa (alimentari, pulizia della casa, igiene personale). Il gruppo opera principalmente all’interno dei confini europei e, anche grazie a Simest, negli scorsi anni ha intrapreso lo sviluppo nei mercati extra-UE, con l’obiettivo di seguire il cliente finale nel paese di localizzazione dell’impianto produttivo. Il fatturato consolidato previsto per il 2019 raggiungerà circa 260 milioni di euro impiegando oltre 1.700 addetti.

I principali clienti sono rappresentati dai produttori di beni di largo consumo quali le multinazionali Procter & Gamble e Unilever.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.