BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Protesta contro Trenord davanti al Pirellone di Milano

Decine di esponenti politici, pendolari e cittadini animati dal desiderio di un servizio di trasporto pubblico più trasparente e aperto alla libera concorrenza

Più informazioni su

Mattinata di protesta davanti all’ingresso del “Pirellone” di via Fabio Filzi. Intorno a mezzogiorno di giovedì 23 gennaio si sono riunite decine di esponenti politici, pendolari e cittadini animati dal desiderio di un servizio di trasporto pubblico più trasparente e aperto alla libera concorrenza.

Al fianco dei partiti organizzatori +Europa tramite l’esponente radicale regionale Michele Usuelli, Azione e Italia Viva rappresentata dal consigliere Patrizia Baffi si è schierato anche il Civico Niccolò Carretta, da sempre a favore di una vera e propria gara europea per l’affidamento del servizio ferroviario: “Ho proposto in Aula una mozione con all’interno anche una proposta di referendum da sottoporre ai cittadini poiché il disastro Trenord riguarda tutti, pendolari e non.

Stiamo parlando di un contratto che vale mezzo miliardo di euro all’anno e di una società che trasporta circa 850mila persone al giorno. I risultati – ha continuato Carretta – sono sotto gli occhi di tutti e nella delibera del 23 dicembre, casualmente due giorni prima di Natale e nell’indifferenza generale, insieme a 7 milioni di penali è arrivata la certezza del rinnovo da parte di Regione Lombardia.

Protesta contro Trenord davanti al Pirellone di Milano

“Quella di oggi – ha concluso il consigliere bergamasco – è un’iniziativa molto interessante perché ha visto scendere in piazza le forze liberali del Paese e credo sia più che giusta, se non doverosa, una buona e sana collaborazione tra queste per criticare le scellerate decisioni leghiste e portare nuove soluzioni”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.