"Guglielmo Tell", la musica di Rossini chiude la stagione lirica - BergamoNews

Lirica

Teatro sociale

“Guglielmo Tell”, la musica di Rossini chiude la stagione lirica

Venerdì 24 gennaio alle 20.30. Domenica 26 gennaio alle 15.30 al Teatro Sociale.

Con la direzione di Jacopo Brusa e la regia di Arnaud Bernard, l’ultima e più colossale opera di Gioachino Rossini, ispirata a una tragedia di Schiller, giunge sul palcoscenico del Teatro Sociale il 24 e 26 gennaio nella versione italiana realizzata nel 1833 da Calisto Bassi.

Guglielmo Tell è la storia di un popolo che lotta per la libertà; al tempo stesso è quella di un padre che combatte a fianco della sua gente ma anche per la propria famiglia, riscattando la vita del figlio con un tiro di balestra divenuto proverbiale. Il coraggio, gli amori, la patria: la storia del leggendario eroe svizzero porta sul palco temi tanto cari all’opera romantica.
Musicalmente non mancano, accanto a melodie immortali, alcuni tipici elementi folcloristici e un finale trascinante e commovente in pieno stile rossiniano.

Nuovo allestimento I Teatri di OperaLombardia in coproduzione con Fondazione Teatro Verdi di Pisa.

Guglielmo Tell
Venerdì 24 gennaio alle 20.30. Domenica 26 gennaio alle 15.30 al Teatro Sociale.

leggi anche
  • Nuovo incarico
    Andrea Compagnucci (Fondazione Donizetti): è responsabile marketing in Fondazione Arena di Verona
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it