BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Treviglio le Olimpiadi dell’ambiente: gli studenti si sfidano con progetti “green”

Prima edizione dell'iniziativa lanciata dall'Istituto Oberdan e sposata dall'Amministrazione comunale: ai vincitori premi a tema, i migliori lavori in una campagna di sensibilizzazione del Comune.

Un concorso a tema ambientale tra gli studenti per sensibilizzarli a comportamenti più responsabili: si chiama “Olimpiadi dell’ambiente” l’iniziativa promossa dall‘istituto G. Oberdan che ha trovato subito piena condivisione dal Comune di Treviglio.

Gli studenti saranno impegnati nella realizzazione di video, poster e infografiche su alcune delle principali tematiche “green”, come viaggi e spostamenti, una casa eco-sostenibile, alimentazione sana e un abbigliamento sostenibile.

Al termine del concorso il Comune utilizzerà i lavori migliori per una campagna di sensibilizzazione ambientale che parte dai giovani, dalle loro energie, dalla loro proiezione verso il futuro.

Già lo scorso anno con Federica Farina, docente di Scienze al Tecnico Economico Oberdan, l’Istituto aveva realizzato un progetto ambientale significativo, titolato “Fai la differenza”, rivolto sia al Tecnico Economico che ai Licei Oberdan, Scienze Umane (quadriennale e quinquennale) ed Economico Sociale.

Quest’anno, sempre a cura della stessa insegnante, si svolgerà un programma di educazione ambientale che si amplierà con l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di una gara “green”.

“I giovani sono la nostra chiave: ci interessano le loro voci, la loro creatività, la messa in campo delle loro competenze e percorsi didattici ed educativi sviluppati nelle lezioni. Loro sono la parte attiva del futuro che verrà – spiega la dirigente dell’istituto trevigliese Maria Gloria BertoliniLa sensibilizzazione ambientale è uno dei cardini educativi su cui puntiamo. Riteniamo che proprio la scuola debba porsi l’obbiettivo di crescere generazioni responsabili, in grado di avviare quel cambiamento culturale, basato sulla consapevolezza che porre attenzione al Pianeta significa porre attenzione a noi stessi, a chi amiamo e al futuro di tutti”.

La commissione sarà composta dalla stessa dirigente, Federica Farina, Rosario Forlano, docente di Diritto ed Ermanno Facheris, docente di Inglese. La presenza dell’insegnante di lingue si lega in particolare ad una delle condizioni del Bando delle Olimpiadi: i testi da redigere potranno essere sviluppati non solo in italiano, ma anche in inglese, nell’ottica di messaggi che possano avere anche la caratteristica dell’internazionalità.

Il sindaco Juri Imeri sarà il presidente della giuria che procederà alla designazione dei vincitori entro il mese di aprile 2020: “Ho accolto con grande entusiasmo questa proposta e dato la massima disponibilità alla collaborazione del Comune attraverso i propri uffici e le varie società e cooperative coinvolte – sottolinea – Farò parte della giuria, non tanto per giudicare, ma per poter cogliere i punti di vista dei ragazzi e delle ragazze e costruire con loro ulteriori e rinnovati percorsi di sensibilizzazione a un tema che sta a cuore a tutti”.

La valutazione dei prodotti si baserà sugli esiti raggiunti nelle competenze comunicative, creative, digitali e gestionali.

E i premi? Saranno a tema: per i primi classificati un’uscita didattica alla Montello S.P.A., azienda bergamasca specializzata nel recupero e riciclo della plastica, ai secondi un’uscita didattica al Museo scientifico di Treviglio e per i terzi alcuni gadget eco-sostenibili.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco Giuseppe

    Parlano di ambiente, poi se in una scuola per un giorno non funziona il riscaldamento, che inquina, proteste e scioperi! Protestano contro l’inquinamento e protestano se non si inquina per riscaldarsi…