BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

‘Ndrangheta a Bergamo, Libera segue il processo: “Vengano anche i cittadini”

Sul banco degli imputati gli arrestati nell'ambito dell'operazione "Papa" che ha portato a 19 misure cautelari con accuse pesanti, tra le quali quella di associazione mafiosa.

Più informazioni su

“Il processo ‘Papa’ è un’occasione di coscienza civile da non sprecare”: con queste parole Francesco Breviario, referente per la provincia di Bergamo dell’associazione Libera, ha annunciato che seguirà con attenzione le udienze, invitando anche la cittadinanza a partecipare.

L’operazione “Papa”, condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Brescia nel marzo 2019, aveva preso il via tre anni prima da un’altra indagine, legata all’incendio doloso all’interno della P.P.B. di Seriate, società di autotrasporti che in quell’occasione perse 14 mezzi pesanti.

Denominata “Papa”, per il nome di uno degli arrestati, Giuseppe Papaleo, l’indagine portò a 19 misure cautelari con accuse pesanti come associazione mafiosa, estorsione aggravata dal metodo mafioso, danneggiamento a seguito di incendio, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

“La ‘ndrangheta sul banco degli imputati a Bergamo – spiega Libera – Si è ormai aperto in tribunale il processo legato all’operazione ‘Papa’. La presenza della criminalità organizzata (e in particolare della ’ndrangheta, l’organizzazione più radicata) nella nostra provincia è ormai una realtà consolidata, un tema di cui ora si discute anche nelle nostre aule di giustizia, con un processo importante e delicato”.

“Per questo motivo – continua la nota – il coordinamento provinciale dell’associazione Libera Bergamo seguirà con particolare attenzione il processo, presenziando alle udienze (Il calendario delle prossime udienze: 22 gennaio, 5 e 19 febbraio, 4, 11 e 18 marzo) e tenendo alta la sensibilizzazione e l’informazione sul tema. Non solo, Libera estende quest’invito a tutta la cittadinanza bergamasca: in tribunale a Bergamo non si sta discutendo ‘solo’ di giustizia, ma di un malaffare che impatta direttamente in tutte le sfere della nostra società, condizionando la vita quotidiana dei cittadini. È necessario un gioco di squadra tra istituzioni e tessuto sociale, anche a Bergamo. Il processo ‘Papa’ è un’occasione di coscienza civile da non sprecare”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.