BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Promoberg, i soci rivedono lo statuto e nominano nuovo collegio sindacale

Le diciannove associazioni imprenditoriali socie di Promoberg hanno approvato all’unanimità un set di modifiche intese a modernizzare alcuni aspetti della gestione e del controllo della stessa, tra cui, ad esempio, la facoltà che le assemblee ed i consigli di amministrazione possano tenersi anche in audio e audio-video conferenza,

I soci di Promoberg si sono riuniti in assemblea straordinaria venerdì 17 gennaio nello studio del notaio Armando Santus in Bergamo. Obiettivo dell’assemblea straordinaria una prima revisione del vigente statuto dell’Ente associativo.

Le modifiche deliberate diverranno efficaci solamente dopo la formale approvazione da parte di Regione Lombardia, soggetto cui è demandato per legge il potere di approvare e riconoscere le associazioni con personalità giuridica ed i loro statuti.

In particolare, le diciannove associazioni imprenditoriali socie di Promoberg hanno approvato all’unanimità un set di modifiche intese a modernizzare alcuni aspetti della gestione e del controllo della stessa, tra cui, ad esempio, la facoltà che le assemblee ed i consigli di amministrazione possano tenersi anche in audio e audio-video conferenza, al fine di facilitare la partecipazione di tutti i soci e consiglieri alle rispettive riunioni collegiali, e la revisione della disciplina dell’organo di controllo, in conformità alla miglior prassi prevista per le società di capitali.

A far parte del nuovo collegio sindacale sono stati chiamati due noti commercialisti, entrambi con studio in Bergamo: la dottoressa Rosella Colleoni, con funzioni di Presidente, e il dottor Roberto Frigerio.

Il terzo membro del collegio dovrà, in base al previgente statuto (ancora in vigore sino all’approvazione della modifiche di competenza della Regione), essere nominato da Regione Lombardia.

Tale ultima nomina, peraltro, era prevista in forza di una normativa ormai soppressa, talché è presumibile che la Regione, approvate auspicabilmente le modifiche proposte, non dia corso a tale nomina e la rimetta all’assemblea degli associati che provvederà di conseguenza.

I soci presenti hanno quindi auspicato che i nominati sindaci, al fine di render ancor più autonoma l’attività di revisione legale dell’Ente, abbiano ad esaminare le offerte di revisione legale dei conti da parte di soggetti terzi che saranno raccolte dal Presidente per attribuire la certificazione del bilancio di Promoberg a professionisti indipendenti.

Grazie anche alle previsioni del nuovo statuto, i presidi di controllo societario e contabile verranno poi a breve completati dalla nomina di un organismo di vigilanza per verificare il rispetto della normativa della L. 231/2001 in tema di antiriciclaggio e responsabilità penale delle persone giuridiche.

“Sono molto contento di questo passaggio assembleare – sottolinea Fabio Sannino, presidente di Promoberg perché il controllo delle attività contabili, amministrative e societarie da parte di colleghi e revisori esperti non può che essere un aiuto prezioso per una corretta gestione di Promoberg. Il rispetto delle regole è un presupposto imprescindibile per la gestione di ogni tipo di azienda; e lo è ancor di più per un soggetto che raccoglie e convoglia interessi di soggetti collettivi così numerosi e rappresentativi come sono le associazioni imprenditoriali socie di Promoberg ed i suoi consiglieri. Credo quindi – osserva in conclusione Sannino – che con le determinazioni di oggi possa davvero considerarsi ufficialmente avviata, a ogni effetto, una nuova fase di amministrazione che desidero fortemente trasparente, nella quale gli atti di chi amministra siano costantemente monitori e validati anche dalla sensibilità di professionisti esperti ed indipendenti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.