BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cosa si è disposti a fare per amore? Il quesito di Luisa Ranieri a teatro

Sul palco del Teatro Creberg, nella prima di giovedì 16 gennaio, è andata in scena la vita, nella sua forma più umana e irrazionale con "The Deep Blue Sea" diretto da Luca Zingaretti

Che cosa c’è oltre la speranza? C’è la vita, straordinaria e imprevedibile. Sul palco del Teatro Creberg di Bergamo, nella prima di giovedì 16 gennaio, è andata in scena la vita, nella sua forma più umana e irrazionale. È dell’amore che si sta parlando, quello che muove e sconvolge ogni cosa, raccontato senza veli in The Deep Blue Sea, del drammaturgo inglese Terence Rattingan.

La versione proposta nella stagione di prosa del Fondazione Teatro Donizetti, vede alla regia Luca Zingeretti, per la prima volta al lavoro solo dietro le quinte. Sul palco una strepitosa Luisa Ranieri, che diretta dal marito, interpreta Hester Collyer Page, protagonista della vicenda, che incarna la capacità di amare senza limiti di resistere e di rinascere.

In quasi due ore di spettacolo si assiste al cambiamento di Hester: da fragile – solo in apparenza – diventa una eroina in grado di prendere in mano la propria vita e ricominciare, nel bene e nel male. Hester è una di quella donne da una su un milione, con coraggio da vendere senza la consapevolezza di averlo. Sposata con un uomo di successo, decide di lasciarsi alle spalle questa vita perché non è abbastanza. Dal certo all’incerto: la relazione con il giovane Freddie Page, ex pilota collaudatore, è per la protagonista il sentimento più forte mai provato. Nell’oscillazione tra un matrimonio comodo e sicuro, travestito da amore, e una passione incontrollata, Hester ha scelto la seconda.

La storia si riduce quindi a una sola, complessa domanda. Cosa si è disposti a fare per amore? Non c’è risposta giusta o sbagliata. Ma la vicenda parla chiaro. L’amore spesse volte fa male, come la vita. Ma il rischio non deve essere scusa per non viverlo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.