BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calcio, colpito a bottigliate e gettato nel naviglio: Erion muore a 20 anni fotogallery

Un altro 20enne, suo parente, è sospettato del delitto. Sconvolto il paese della Bassa

La lite con un coetaneo iniziata in un bar e proseguita in strada. Colpito con una bottiglia in testa e a un fianco, poi, esanime, gettato nel naviglio Civico cremonese. Sarebbe morto così Erion Morina, il 20enne kosovaro ritrovato in acqua all’alba di venerdì 17 gennaio a Calcio. A vedere il suo corpo ormai privo di vita alcuni passanti, che prima ancora avevano notato la lunga striscia di sangue sul marciapiede di viale Papa Giovanni, dal punto dell’aggressione fino a quello in cui il giovane è stato buttato nel corso d’acqua.

L’omicidio intorno alle 2 di notte. Erion, da un paio d’anni residente nel paese della Bassa, trascorre la serata in un bar a 50 metri di distanza da dove è stato ucciso. È insieme a un altro 20enne, suo parente, che vive con lui in un appartamento al terzo piano di una palazzina che si affaccia proprio sul naviglio.

I due, forse in preda ai fumi dell’alcol, a tarda serata iniziano a litigare. Il diverbio prosegue sulla strada verso casa. A un certo punto, secondo la ricostruzione dei carabinieri, Erion viene colpito con una bottiglia alla testa e a un fianco. Perde molto sangue, è moribondo.

Il suo aggressore lo trascina per diversi metri e poi lo butta in acqua, nella speranza che venga trascinato dalla corrente del naviglio che arriva fino a Cremona. Ma il livello è troppo basso e il corpo si ferma lì sotto. Il killer sale in casa e va a letto.

Omicidio Calcio Erion Morina

Verso le 6 di stamattina alcuni passanti notano le macchie rosse sul marciapiede e poi il cadavere. Intervengono i militari del comando provinciale con il reparto scientifico e i vigili del fuoco per il recupero della salma. Nel giro di un paio d’ore viene individuato il presunto autore del delitto. Il ventenne, M. M., viene condotto al comando di Treviglio per essere interrogato. Il pubblico ministero Silvia Marchina dispone l’autopsia sul cadavere.

Nel frattempo sul luogo dell’omicidio, lungo la via centrale di Calcio, arrivano molti cittadini, sconvolti per l’accaduto. Tra loro il sindaco Elena Comendulli: “Ho la pelle d’oca se penso che questi due ragazzi hanno solo vent’anni – le sue parole – . Non li conoscevo ma sono vicina al dolore della famiglia”.

Omicidio Calcio Erion Morina

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.