BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sparatoria a Trescore, sconto di pena per i membri della famiglia Nicolini

Condanna dimezzata per il capofamiglia, riduzioni per moglie e figli

Hanno ottenuto uno scontro di pena i componenti della famiglia Nicolini, finiti a processo dopo la sparatoria dell’8 agosto 2017 che si era verificata a Trescore Balneario, in piazzale Pertini.

Dopo due patteggiamenti respinti, la sentenza, in abbreviato, il 23 ottobre 2018. Il giudice delle udienze preliminari, Maria Luisa Mazzola, aveva condannando il capofamiglia Giorgio Nicolini, 53 anni (attualmente in carcere per una vecchia pena), a 10 anni e 8 mesi (nel calcolo hanno pesato le recidive a suo carico), la moglie Angelica Pellerini, 51 anni (difesa dagli avvocati Anna Marinelli e dal collega Gian Luca Fontana di Busto Arsizio) a 6 anni, i due figli, Elvis Nicolini di 34 anni e Kevin Nicolini di 25 anni (assistiti dall’avvocato Stefano Grolla, che ha seguito anche la difesa del padre dei due) rispettivamente a 3 anni e 1 mese e 3 anni e 4 mesi. Per i figli le condanne erano stata più lievi perché non erano armati.

Atteso il ricorso, dopo due patteggiamenti respinti. E la Corte d’Appello di Brescia ora ha deciso per lo sconto di pena. Per Giorgio Nicolini da 10 a 5 anni, per sua moglie Angelica da 6 a 4 anni, per Elvis solo un mese (confermando i tre anni) e per il fratello Kevin, due anni (da 3 anni e quattro mesi).

Quel giorno, in piazzale Pertini, le telecamere ripresero scene da film vere e proprie: hummer lanciati a tutta velocità e pistole, spari e bossoli sull’asfalto. Era pomeriggio e da poco erano passate le 14.30. A fronteggiarsi due famiglie rom rivali: da una parte i Nicolini e dall’altra gli Horvat.

Nell’interrogatorio i Nicolini dissero di essere stati attirati dagli Horvat in una specie di appuntamento-trappola, che terminò con la rissa e gli spari.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.