BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malori a Dorga, il sindaco ribadisce: “Sui social troppe bufale, l’acqua è potabile”

Settimana scorsa 27 ragazzi in vacanza con l'oratorio intossicati. Angelo Migliorati: "C'è addirittura chi telefona presentandosi come addetto di una presunta ‘società dell’acqua’, invitando a non utilizzarla. È reato"

“È inutile creare allarmismo. Le indagini dell’Ats hanno confermato la potabilità dell’acqua, in quanto nell’acquedotto non è stato riscontrato alcun problema”. Lo ribadisce il primo cittadino di Castione della Presolana, Angelo Migliorati, smentendo false notizie che circolano in merito.

Il tutto è nato dalla vicenda di sabato 4 gennaio quando, in via Santuario a Dorga, una trentina di ragazzini dell’Oratorio di Adrara San Martino hanno accusato un malore. “Ho letto sui social – scrive sul suo profilo Facebook – delle fesserie incredibili tra cui, la più inverosimile, quella di un ‘complotto’ per nascondere la verità. Le indagini, svolte sia da parte sia di Ats che di Uniacque, sono state effettuate immediatamente nella mattinata di domenica 5 gennaio e hanno dato esito negativo: l’acqua è potabile e non sono state riscontrate anomalie”.

Il sindaco scrive che vi sono persone che effettuano telefonate presentandosi come addetti di una presunta ‘società dell’acqua’, invitando a non utilizzarla. “Questi signori – prosegue Migliorati – stanno compiendo un reato che provvederò immediatamente a segnalare. Se vi fossero stati dei minimi problemi avrei subito emesso un’ordinanza di divieto di uso, in quanto mio dovere e perché prima di tutto viene la salute delle persone. Nel frattempo, Ats continua le indagini su quanto avvenuto ad inizio gennaio e appena avrò delle novità – e non delle ipotesi – le comunicherò immediatamente”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.