BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La fiction ispirata a Sciesopoli vince la sfida degli ascolti: 4,7 milioni di spettatori

La prima puntata della serie ha primeggiato nella classifica Auditel ottenendo 4.778.000 spettatori pari al 21% di share

Boom di ascolti per “La guerra è finita”, la fiction ispirata a Sciesopoli. La prima puntata, andata in onda lunedì 13 gennaio su RaiUno, ha primeggiato nella classifica Auditel della prima serata ottenendo 4.778.000 spettatori pari al 21% di share.

Al secondo posto, con un distacco di circa 8 punti percentuali, c’è il film “Poveri ma ricchissimi” su Canale5, che ha totalizzato 3.033.000 (13.3%), mentre su Italia1 “Mechanic: Resurrection” ha conquistato 2.032.000 spettatori (8.2%). A seguire troviamo “PresaDiretta”, il programma di inchieste condotto da Riccardo Iacona su RaiTre, con 1.688.000 spettatori (6.9%), il telefilm “9-1-1” su RaiDue, con 1.177.000 spettatori (5.2%) e “Quarta Repubblica”, il talk-show condotto da Nicola Porro su Rete4, con 931.000 spettatori (5% di share).

Infine, su La7 la nuova trasmissione di Licia Colò, “Eden – Un pianeta da Salvare” arriva a quota 605.000 spettatori con uno share del 2.9%, su Tv8 il film “Rocky” si prende il 2.3% con 532.000 spettatori e sul Nove la prima puntata della nuova stagione di “Little big Italy” ha realizzato 470.000 spettatori (1.8%).

“La guerra è finita”, dunque, ha debuttato con successo. La serie, che nel cast annovera Michele Riondino e Isabella Ragonese, è ispirata all’esperienza di Sciesopoli a Selvino, dove tra il 1945 e il 1948 furono raccolti in un istituto e aiutati più di 800 bambini e adolescenti ebrei provenienti dai campi di concentramento di tutta Europa perché potessero recuperare la serenità e il diritto alla felicità che era stata loro sottratta.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.