BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Muriel tradisce, de Roon è una diga, Ilicic e Gomez sempre pericolosi

Più informazioni su

GOLLINI 6,5: Al 18’ diventa libero alla Piero Gardoni solo per i meno giovani, con tanto di palla in tribuna senza vergogna. Bravo in due tempi su tiro di Brozovic al 41’ del secondo tempo. Poi non corre altri rischi per merito di una difesa diventata quasi insuperabile.

TOLOI 6: Fuori tempo su Lautaro, ha più di una colpa per il gol subito in avvio di partita. Quando arbitra Rocchi non c’è Var (leggasi Irrati) e più di un dubbio rimane al 40’ per una trattenuta di Lautaro che vanifica il tap-in. Grosso rigore negato che avrebbe ripagato l’atalantino per la sbavatura d’inizio gara. Secondo tempo sempre pronto a ripartire che rimedia all’errore iniziale riportando la prestazione ad un voto positivo.

PALOMINO 7,5: Prodigioso salvataggio di testa sulla linea al 20’. Non teme Lukaku che limita molto giocando d’anticipo. Grande recupero su Lautaro al 20’ del secondo tempo. Prestazione impeccabile ad annullare Lukaku, Caldara avvisato ben venga la competizione che crea valore aggiunto per la difesa neroazzurra.

DJIMSITI 6,5: Prestazione molto attenta, rischia poco mantenendo sempre la posizione dando copertura senza mai andare in affanno.

HATEBOER 6,5: Dimentica che San Siro è trasferta e non più casa di Champions, così rimedia subito un giallo che piuttosto che condizionarlo lo carica. Più di un duetto con Ilicic che crea sempre superiorità numerica dalla sua parte.

DE ROON 7: Gioca con semplicità, tiene una posizione spesso arretrata per dare support a Palomino e Toloi. La sua esperienza diventa strategica per tenere palla e tenere gli avversari lontano dall’area. Dominio assoluto della metà campo.

PASALIC 5,5: Avrebbe l’occasione per ristabilire la parità già al 9’ del primo tempo che spreca con un qualcosa che vorrebbe essere un esterno che si perde senza fortuna. Dovrebbe contenere Brozovic e inserirsi, non sempre ci riesce e quando il tempo stringe per recuperare Gasperini rimedia con Muriel.

MURIEL (Dal 25’ st) 5: Mai facile entrare a freddo, poca convinzione e ancor meno sul rigore che uno come lui non dovrebbe sbagliare.

GOSENS 7: Decimo centro, un grande risultato per un difensore, il più prolifico in Europa. Sorprende Candreva da attaccante consumato confermandosi come il giocatore che ha avuto il maggiore miglioramento nelle prestazioni.

GOMEZ 7,5: Quando prende palla porta panico nella difesa dell’Inter. Partita di sacrificio e di giocate con Ilicic che illuminano di nuovo San Siro, senza bisogno delle canzoni di Vecchioni. Bastano lui e Ilicic.

ILICIC 7,5: Quando si accende lui l’Atalanta prende il sopravvento. Dopo un primo tempo di attesa diventa imprendibile. Chiedere a Bastoni e Godin.

ZAPATA 5,5: Al rientro non può essere brillante. Un paio di colpi di testa senza incidere.

MALINOVSKYI (Dal 7’ st) 7: Si presenta con una grande conclusione da fuori che finisce sul palo. Crea scompiglio costringendo Bastoni ad un rigore che ben volentieri Rocchi individua a rimediare al precedente grave errore.

 

GASPERINI 8: Viene a giocarsela a San Siro senza snaturare il calcio abituale. Costringe l’Inter al contropiede dando ragione a Capello. Nel pre-partita si era detto curioso di verificare che distanza ci fosse con la capolista. La miglior risposta è venuta dal campo, l’Atalanta meritava la vittoria.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.