Sfiducia

Si dimettono 7 consiglieri ad Almè, Bandera senza maggioranza: arriva il commissario

La contestazione al primo cittadino da tre consiglieri di maggioranza oltre ai 4 della minoranza

Cade la Giunta ad Almè è il sindaco Massimo Bandera annuncia le dimissioni dopo che tre consiglieri di maggioranza hanno deciso di dimettersi insieme ai 4 di minoranza. Il Comune verrà così commissariato.

Nelle scorse settimane era stata promossa una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco leghista. I firmatari (tre esponenti della maggioranza di maggioranza e 4 della minoranza) tra le motivazioni avevano inserito “il piano di governo del territorio scaduto da tre anni”, “l’ennesimo stravolgimento delle carte in tavola sul futuro dell’ex cava Ghisalberti” e la “mancanza di informazioni sul progetto della Teb2 sul Comune di Almè”.

Amarezza nelle parole del primo cittadino che guida il gruppo consiliare “Vivere Almè: “Cari concittadini, con grande dispiacere vi informo che nei prossimi giorni verrà sciolto il consiglio comunale di Almè e decadró dalla carica di Sindaco. Questo a causa della scelta fatta da tre consiglieri di maggioranza che, dimettendosi assieme alle minoranze, hanno di fatto tradito il voto degli elettori”.

E sostiene: “Mi accusano di essere stato troppo presente e di aver pubblicizzato sui social il lavoro svolto dall’amministrazione”.

Poi conclude: “Ora con il commissariamento del comune si fermeranno i tantissimi progetti in corso, compresa la riqualificazione della ex cava Ghisalberti e la annessa futura casa di riposo”.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Rosa Gelsomino Massimo Bandera Almè
Verso le elezioni
Almè, Gelsomino: “Obiettivo fare comunità”; Bandera: “Continuare il lavoro svolto”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI