Bilanci e slanci: buon anno con Mogi Caffè - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

MOGI caffè

Gli auguri

Bilanci e slanci: buon anno con Mogi Caffè

Per l'azienda il 2019 è stato un anno di crescita: non solo economica ma anche progettuale

Augurando buon 2020 a tutti, MOGI Caffè traccia un bilancio dell’anno appena trascorso.

Stiamo ancora digerendo i gozzovigli natalizi con l’aiuto di sostanziosi caffè, possibilmente corretti, ed ecco che si affaccia un altro appuntamento impegnativo: ci prepariamo a salutare il 2019 – e, non sappiamo a voi, ma siamo felici di accompagnarlo baldanzosamente alla porta – e ad accogliere il 2020. Che già solo per come si presenta, così un po’ ridondante e armonioso, ci sta simpatico.

Capodanno non è solo cenoni e trenini (per fortuna), ma è anche e soprattutto momento di bilanci e di slanci, i famigerati buoni propositi. Quest’anno abbiamo deciso di cimentarci con un nuovo esercizio: oltre alla lista dei desideri per l’anno che verrà, romantica reminiscenza adulta della letterina di Babbo Natale, vogliamo provare a spuntare la lista dello scorso anno, e fare i conti con quello che siamo – o non siamo – riusciti a fare. Il 2019 è stato un anno verde, almeno nelle intenzioni: complice una ragazza caparbia, il mondo ha cominciato ad accorgersi che un’inversione di rotta è necessaria, se non vogliamo portare il pianeta in discarica. Chi più chi meno, abbiamo modificato le nostre abitudini quotidiane rispettando l’ambiente, con consumi più consapevoli e comportamenti più virtuosi. MOGI Caffè ha incrementato la sua attività green con il progetto Treedom e mettendo a punto linee di packaging biodegradabili e a basso impatto ambientale. C’è ancora molto da fare, ma il verde ci sta bene e lo vestiremo sempre di più.

Il 2019 è stato anche un anno rosa, costellato di donne forti e coraggiose che senza alzare la voce e spesso in punta di piedi hanno dato messaggi ed esempi importanti. Nella nostra lista di bilancio, confermiamo che un team super affiatato, entusiasta e collaborativo fa la differenza, e che rosa è la sua sfumatura preferita. Il 2019 è stato un anno di crescita: non solo economica (a casa MOGI siamo cresciuti del 15%) ma anche progettuale. La sfida è quella di conoscersi meglio per migliorare, per crescere: c’è chi si reinventa, chi lascia tutto per un’isola deserta e chi decide di raccontarsi diversificandosi, dall’aroma del caffè agli accessori per la vita quotidiana che rappresentano uno stile di vita (non sveliamo di più perché ci piacciono le sorprese). E fin qui potremmo dirci soddisfatti.

Ma non è Capodanno senza desideri. Quindi indossiamo qualcosa di rosso (e regalato!); cuciniamo lenticchie e cogliamo melagrane – chè, senza essere esosi, un po’ di denaro non guasta mai; procuriamoci del vischio – ricordatevi di bruciarlo il 6 gennaio se siete in cerca dell’anima gemella; bruciamo i vecchi calendari e prepariamo piatti e bicchieri da rompere con moti liberatori e propiziatori: è il momento di desideri e buoni propositi.

Noi abbiamo la lista pronta, che include nientemeno che un nuovo sito e nuove partnership internazionali con distributori in Libano, Usa e Canada – in Cile e in Colombia dicono che chi vuole assicurarsi un nuovo anno ricco di viaggi e di scoperte, il primo dell’anno debba uscire di casa con un trolley vuoto e fare un giro: provare per credere! Siamo pronti per chiudere l’anno e tuffarci in un nuovo cominciamento, fiduciosi e gagliardi. Prima però, un buon caffè per tutti! Buona anno con MOGI Caffè!

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it